Teatro, Ceriale: a Peagna torna Matthias Martelli, “Nel nome del dio Web”

Ceriale. Dopo la “folgorazione” con il “Mercante di Monologhi” (Peagna- Stagione 2017) e “Il primo miracolo di Gesù bambino” (Peagna- Stagione 2018), torna Matthias Martelli con il suo nuovo spettacolo: “Nel nome del dio Web” – regia di Matthias Martelli e Alessia Donadio, produzione di Teatro Ragazzi e Giovani Onlus Torino – sarà in scena mercoledì 24 luglio 2019 a Peagna, al Teatro C. Vacca.

La voce critica, propria dell’artista, assieme ad una dissacrante comicità e al gusto irriverente dello sberleffo, sono i tratti caratteristici di questo giovane attore-autore. «Connettività o collettività? Questo è il problema. Oggi il web è ormai venerato come un nuovo dio, qualcosa di irrinunciabile senza cui la vita dell’uomo contemporaneo pare totalmente impensabile. Ma la connessione continua è davvero così indispensabile? E cosa perdiamo chiudendo le nostre vite nel mondo virtuale? E poi, siamo davvero più connessi fra noi? Siamo davvero più liberi? Un attore, un giullare contemporaneo, porta il pubblico in un viaggio nel regno del dio web, di cui tutti siamo ormai fedeli sudditi».

«Solo sulla scena, l’attore- giullare interpreta diversi personaggi: fra tutti Don Iphone, sacerdote delle nuove tecnologie, che mette in scena una cerimonia in cui i nuovi idoli sono il web, facebook, instagram, selfie, il wireless e tutte le principali figure legati alla rete. Lo spettatore, trasportato da un vortice di risate e poesia, si troverà così di fronte personaggi folli, così folli da sembrare reali. Senza negare gli aspetti vantaggiosi delle nuove tecnologie e di tutto ciò che si può fare grazie ad esse, lo spettacolo vuole far riflettere, in chiave teatrale ironico-satirica, sull’abuso che ne stiamo facendo, perennemente in preda ad una vera e propria dipendenza dalla connessione Internet. Con la speranza che si torni a considerare la comunità reale prima di quella virtuale e porre attenzione alla collettività piuttosto che alla connettività».