Lungo fine settimana con il Palio Storico di Albenga 2019: il programma

Albenga. Presentata la nuova edizione del Palio: dal 18 al 21 luglio Albenga tornerà a vivere l’atmosfera medievale con un salto indietro nel tempo che la riporterà al 1227, anno in cui l’Imperatore Federico II di Cremona inviò il Legato Imperiale Ottone I duca di Baviera ad Albenga per dimostrare l’appoggio del Sacro Romano Impero alla città e garantirne la tutela contro gli intrighi della Repubblica di Genova. Il Centro Storico viene diviso nei quattro Quartieri – Sant’Eulalia, San Giovanni, Santa Maria, San Siro – che si sfideranno cercando di aggiudicarsi l’ambito Palio. Inoltre ogni Capitano di quartiere porterà in sfilata la propria “Pulcherrima Puella” – la più bella ragazza – che sarà protagonista nella serata conclusiva, della premiazione finale. La vincitrice otterrà anche in omaggio un oggetto dall’oreficeria Maglione che nel 2019 festeggia i suoi 150 anni di attività.

RobertoMichels

Quest’anno, inoltre, in occasione del decimo anniversario del Palio, si è voluto rilanciare il premio storicità che vedrà l’aggiudicazione di un premio in denaro offerto dall’Associazione“Tra le Torri”. Una giuria esterna composta da tre persone esperte giudicherà il Quartiere che presenterà l’ambientazione, il desco e il corteo più conforme al periodo Medioevale. Saranno sempre queste esperte che giudicheranno le puelle e lo faranno tenendo come riferimento per quanto riguarda abito, acconciatura, portamento, bellezza, i canoni del XIII secolo. Filo conduttore di quest’anno saranno i giocolieri. La Ducentesca racconterà, attraverso unospettacolo che sarà portato in scena nella straordinaria cornice del Centro Storico, la presenza, durante il XIII secolo, nelle corti e nelle città dell’epoca, dei trovatori, detti anche trovieri. Tomaso di Ribeburg, il nostro trovatore, intratterrà per tre sere il popolo e la corte di Albenga, e lo farà con tale bravura ed enfasi da far rivivere agli spettatori ciò che andrà a narrare; l’argomento che Tomaso sceglie per incantare i suoi ospiti riguarda la leggenda di Artù.

Afferma Piera Olivieri presidente dell’Associazione organizzatrice del Palio: “Sembra ieri edinvece siamo giunti alla decima edizione del Palio. Un’edizione che si preannuncia particolarmente ricca e che punta sempre più sulla storicità in quanto consapevoli che capire come eravamo, ci serve per comprendere quello che siamo oggi. Siamo proiettati verso una continua ricerca filologica per diffondere la conoscenza della storia della nostra città in modo da farla apprezzare ad un pubblico sempre più vasto. Un riconoscimento va a tutti coloro che, in questi dieci anni, hanno creduto nella manifestazione e la hanno portata avanti e che presenteremo alla piazza per un saluto e un omaggio complessivo.Un ringraziamento ai quartieri, alle squadre, a tutti i volonterosi che dietro le quinte con tenacia ed impegno lavorano a questa rievocazione e in ultimo, ma certamente non per ultimi, ai tanti volontari e agli uffici comunali che con grande professionalità e responsabilità garantiscono la sicurezza della manifestazione. Buon Palio a tutti”. Il Vicesindaco Alberto Passino sottolinea: “Come ogni anno Albenga tornerà a viverel’atmosfera del 1227 nella splendida cornice offerta dal sul Centro Storico. Vorrei sottolineare che tutto questo è possibile grazie all’immenso lavoro dei Quartieri e dell’Associazione organizzatrice del Palio che ogni anno si adoperano perché l’evento si arricchisca sempre più di novità e allo stesso tempo di storicità a dimostrazione di come il Palio sia vivo, vivace e in continua evoluzione”.

“Mancano ormai pochi giorni a quello che è unappuntamento attesissimo per l’intero comprensorio” commenta il sindaco Riccardo Tomatis: “molte le novità in questa decimaedizione, sia nei giochi che nelle taverne. Il programma realizzato dall’Associazione in collaborazione con il Comune, si articola in diverse fasi e allocazioni per contribuire ad animare tutto il Centro Storico. Voglio augurare un buon Palio a tutti e, naturalmente, chevinca il migliore!”.

Ultima revisione articolo: