Terre incolte o abbandonate: Vaccarezza e Muzio chiedono alla Giunta Toti di semplificare la legge regionale

Savona / Genova. Con una Interrogazione a risposta immediata depositata stamane, i consiglieri regionali di Forza Italia Angelo Vaccarezza e Claudio Muzio, chiedono alla Giunta Toti di semplificare la legge regionale n. 18 del 1996 relativa alla disciplina la possibilità di utilizzo delle terre incolte o abbandonate. “Obiettivo di questa iniziativa – dichiarano – è quello di snellire le procedure previste per affidare ad agricoltori, allevatori e boscaioli, con il consenso dei proprietari, le terre incolte, in modo che possano essere recuperate alle originarie attività agricole. Il fenomeno dell’abbandono e dell’incuria delle terre oltre a rappresentare una sconfitta in termini di mancato sviluppo dell’agricoltura e della selvicoltura, ha portato negli anni a conseguenze negative anche dal punto di vista della sicurezza idrogeologica dei nostri territori, esponendoli a rischi di frane, alluvioni ed incendi”.

“Per comprendere l’importanza e l’urgenza del tema vi è inoltre da considerare il fatto che la percentuale di superficie boscata in Liguria è cresciuta in maniera sensibile negli ultimi 25 anni, passando dal 54% al 75%. Per tutti questi motivi – concludono Vaccarezza e Muzio – abbiamo chiesto alla Giunta di porre mano alla legge regionale del 1996, la cui formulazione e le cui modalità attuative si sono rivelate inadeguate a soddisfare le finalità previste. Occorre una semplificazione che consenta di poter recuperare all’attività agricola i terreni abbandonati e di garantire un maggiore presidio ed una maggiore salvaguardia del territorio”.


Ultima revisione articolo: