Orientamenti 2019, un Salone del “saper fare” verso il boom di richieste nelle professioni tecniche

Savona / Genova. La 24° edizione del Salone Orientamenti si terrà al Porto Antico di Genova da martedì 12 a giovedì 14 novembre. Orientamenti 2019 riparte forte dei numeri dello scorso anno, in netta crescita rispetto agli anni precedenti: 91.121 visitatori (+30% rispetto al 2017), 13.600 studenti (+31%) partecipanti a seminari, test e colloqui di orientamento Università di Genova, i 6.100 partecipanti (+20%) al Career Day per 27.000 colloqui (+35%), 5.000 studenti (+25%) agli incontri con i Capitani Coraggiosi testimonial dei mestieri e delle professioni di domani. Il “Saper fare” sarà il tema centrale del Salone 2019 organizzato da Regione Liguria e dal comitato promotore (composto da Comune di Genova, Città Metropolitana di Genova, Università degli Studi di Genova, Ufficio Scolastico Regionale e Camera di Commercio in strettissima collaborazione con il MIUR ed il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali). La scelta di questo titolo si basa soprattutto sui dati dei fabbisogni del mercato del lavoro. L’ultimo rapporto Excelsior Unioncamere – ANPAL evidenzia che il 78% degli assunti tra il 2019 e il 2023 saranno nelle professioni tecniche con una forbice di fabbisogno che va da un minimo di 1.985.000 posti di lavoro a un massimo di 2.438.000 su un totale di 3.247.000 posti.

promozione tennis sport
Clicca l'offerta

Promozione. 20% di sconto sui prodotti Asics. Valido solo per gli aritcoli inclusi nella categoria speciale. Non cumulabile con altri sconti. Utilizza online questo codice sconto: 20ASICS

Di questi, la ricerca precisa che le tre principali categorie delle professioni tecniche avranno i seguenti sviluppi: professioni specialistiche (ad esempio specialisti in scienze informatiche fisiche chimiche, progettisti ingegneri, tecnici delle vendite e del marketing): fabbisogno da 813.00 a 1.037.000 posti di lavoro; operai specializzati, artigiani, conduttori impianti: fabbisogno da 531.000 a 679.000 posti di lavoro; tecnici commercio e servizi (tecnici della sicurezza, operatori del benessere, personale di amministrazione della ristorazione e del ricevimento alberghiero): fabbisogno dai 640.000 a 721.000 posti di lavoro. Se passiamo dall’analisi delle professioni a quella dei settori trainanti dell’economia, osserviamo ai primi tre posti: l’eco-sostenibilità (blue e green economy) con 481.000 posti di lavoro, cultura-formazione-patrimonio artistico (turismo e industria culturale, education & training) con 455.000 posti di lavoro” e la rivoluzione digitale (big data, intelligenza artificiale, internet of things) con 267.000 posti di lavoro. “La Liguria è pienamente inserita in questo trend che la vede prima nell’economia del mare (il peso del settore sull’intera economia: è del 9,2% in Liguria contro il 3,2% in Italia), seconda per valore aggiunto High Tech sul totale manifatturiero con investimenti in RS dell’1,53% sul 1,37% nazionale e con un settore turistico in forte ripresa”.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: