Caso prof.ssa Dell’Aria, una Lettera aperta del Collegio dei Docenti del Liceo “G. Bruno” di Albenga: “sconcerto, preoccupazione e indignazione”

LETTERE&INTERVENTI. Una Lettera aperta del Collegio dei Docenti del Liceo “G. Bruno” di Albenga sul caso della prof.ssa Rosa Maria Dell’Aria. «Il Collegio dei Docenti del Liceo «Giordano Bruno» di Albenga esprime sconcerto, preoccupazione e indignazione di fronte al caso della collega dell’ ITI “Vittorio Emanuele III” di Palermo Rosa Maria Dell’Aria, sanzionata con una sospensione di quindici giorni dal servizio e decurtazione dello stipendio dall’Ufficio Scolastico Provinciale per avere semplicemente svolto il suo ruolo di insegnante senza limitare la libertà di espressione dei propri alunni, che, durante la celebrazione della Giornata della Memoria, avevano operato, utilizzando un articolo presente in rete di un noto giornalista italiano, un legittimo accostamento tra il decreto sicurezza e le leggi razziali».

RobertoMichels

«La scelta del provvedimento disciplinare a carico della professoressa (cui va la nostra solidarietà) in quanto non sarebbe intervenuta per impedire o deprecare tale accostamento – pur certo opinabile – ci risulta poco comprensibile: se l’omissione di controllo può essere imputata a un docente che trascuri la sorveglianza fisica degli alunni, chiedere di intervenire sulla loro espressione intellettuale si configura, a nostro avviso, come un intervento censorio, non certo apprezzabile in un contesto di dialogo educativo come quello che dovrebbe caratterizzare l’ambiente scolastico. Senza entrare nel merito dell’intervento degli studenti, sul cui contenuto sensibilità diverse possono esprimere pareri altrettanto diversi e tutti legittimi, l’idea stessa di poter punire chi opera nell’ambito della libertà di insegnamento garantita dalla Carta Costituzionale favorendo la formazione di libere opinioni, certo da discutere ma non da reprimere, ci appare un segnale infelice, non volto a un’idea di scuola come luogo di confronto civile nella quale ancora crediamo.» Albenga, 29 maggio 2019. Lettera firmata da 94 docenti del Liceo “Giordano Bruno” di Albenga.

Ultima revisione articolo: