Savona premia Matteo Milano, poeta a otto anni

Palazzo del Comune di Savona

Savona. Il 23 Maggio alle ore 17:00 nella Sala Rossa del Comune, in Piazza Sisto IV, al giovanissimo Matteo Milano verrà conferita una pergamena di riconoscimento per meriti letterari dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Savona. L’iniziativa parte dall’Assessore Doriana Rodino che afferma: “Questa sarà la prima delle pergamene che consegneremo ai giovani che si sono distinti nei diversi campi della cultura. Il riconoscimento che giovedì 23 verrà dato a Matteo Milano, autore di poesie di incredibile profondità che mi hanno lasciato senza parole quando ho scoperto la sua età, ha valore simbolico ma consentirà a tutti i savonesi di conoscere i talenti presenti nella nostra città che, spesso, rimangono nascosti proprio alla città stessa”.


Matteo è il più giovane autore nella storia di Savona a vedere pubblicato un suo libro e a vincere importanti premi letterari. Il libro si intitola “Poeta a Otto Anni” e ha vinto il Premio Speciale Alda Merini di Imola; inoltre, Matteo è risultato finalista al XXIII Concorso Nazionale Letterario Mario dell’Arco di Roma e ha visto pubblicare alcune sue poesie sulla prestigiosa Enciclopedia di Poesia Contemporanea della Fondazione Mario Luzi. Le oltre 50 poesie contenute in “Poeta a otto anni”, alcune delle quali potranno essere ascoltate durante la premiazione, sono di una profondità rara anche in un poeta maturo: esprimono in versi luminosi la scoperta del mondo circostante, la contemplazione della natura, e toccanti riflessioni personali sulla vita, sull’uomo, su Dio.

Di lui così scrive Mattia Leombruno, presidente della Fondazione Mario Luzi: “In questo debutto a soli otto anni vi è soprattutto il principio della vita, la sua intangibile integrità”; “Un vero e proprio ritorno della parola poetica alla sola attitudine che gli è propria, fuori anni luce dalle artificiosità o costrutti eruditi che sono perlopiù della sfera cosciente, cognitiva e logica e quindi della sfera più inerte se al cospetto dei prodigi dello spirito”; “La modalità della sua osservazione è di tipo analogico, per similitudine e accostamenti sensoriali, per comuni qualità, e dunque più profondamente si addentra cogliendo nel segno di una dimensione interiore, spirituale”. La passione per la poesia in Matteo nasce mentre frequenta la terza elementare presso l’Istituto Comprensivo Savona III. La creazione poetica avviene rapidamente: in pochi minuti su un quaderno di scuola, sul diario accanto alla lista dei compiti, sul risvolto di un libro, sul quaderno Scout o su un foglio volante, si materializzano versi che, a detta dei lettori, “trasmettono gioia, speranza, meraviglia, con parole che toccano immediatamente il cuore”.

Ultima revisione articolo: