Elezioni Albenga, M5S per Icardo Sindaco: “siamo l’unica lista pulita, corriamo da soli e non ci alleiamo con nessuno”

Albenga. Elezioni amministrative, trasparenza nelle liste e alleanze “trasversali”. “Noi corriamo da soli e non ci alleiamo con nessuno men che meno con chi ha in lista pregiudicati e/o indagati” dichiara il MoVimento 5 Stelle Albenga sostenendo di essere, con il suo candidato Sindaco Fausto Icardo, “l’unica lista pulita e che rispetta tutti i requisiti di legge, avendo reso pubblico il casellario penale e il CV dei propri candidati”.

Tenendo conto delle norme introdotte dalla cosiddetta legge “spazzacorrotti” (Gazzetta Ufficiale n. 13 del 16 gennaio 2019) approvata lo scorso dicembre su spinta del M5S, i pentastellati ingauni hanno “fatto un controllo di tutte le liste” presenti alle elezioni comunali della prossima domenica 26 maggio, riscontrando “nelle liste a sostegno di Riccardo Tomatis: 1 impresentabile – con precedenti penali, A. N. –, 32 candidati senza Certificato Penale e 13 candidati senza Curriculum Vitae; nelle liste a sostegno di Gerolamo Calleri, 15 candidati senza Certificato Penale, e nelle liste a sostegno di Diego Distilo – nonostante la documentazione sia corretta e non siano rilevabili condanne, come appreso dalle recenti cronache, e come affermato dallo stesso Distilo in un confronto tra candidati sindaco –, uno dei candidati sarebbe coinvolto in un’indagine penale”.

Vedi Elezioni Albenga, la lista M5S “Continuare per cambiare” in sostegno di Icardo Sindaco

Polemica anche verso la “scomparsa” di simboli di partito tra le liste a sostegno di Tomatis: “Curioso inoltre – afferma la segreteria del M5S – come i candidati della maggioranza uscente si vergognino ad utilizzare il simbolo del PD, ma non provino minimamente vergogna a candidare chi ha precedenti penali, come se bastasse togliere il simbolo per sembrare più puliti, mentre invece la sostanza è sempre la stessa”. Contrariamente alle voci diffuse “ad arte”, strada sbarrata a possibili alleanze, dunque? Il M5S rispedisce “al mittente fantomatiche ricostruzioni relative ad accordi o inciuci con altre liste: questi giochini da vecchia politica non ci appartengono. Noi corriamo da soli e non ci alleiamo con nessuno men che meno con chi ha in lista pregiudicati e/o indagati”. Questione al momento chiusa, potrebbe comunque di necessità riaprirsi in caso di ballottaggio, secondo quanto determineranno i primi risultati delle urne. (effe)