Elezioni Varazze, Pd Liguria: “Bozzano è il candidato di Toti e della Lega; pieno sostegno alla lista di centro sinistra”

Varazze. Elezioni amministrative. Confusione e incoerenza nelle candidature per le comunali, tanto che un consigliere uscente del Pd, Davide Petrini, ha finito per chiedere “la testa” del segretario provinciale del partito Giacomo Vigliercio. La segreteria regionale del Pd prova oggi a mettere fine alle ambiguità e agli scontri degli ultimi giorni. In occasione delle elezioni amministrative del Comune di Varazze, il Partito Democratico della Liguria prendendo atto della scelta della maggioranza del Circolo di Varazze di sostenere la candidatura del Sindaco uscente Alessandro Bozzano, si legge in una nota, «aveva ritenuto che non esistessero le condizioni di chiarezza politica in termini di composizione della coalizione, per riconoscere a questa scelta il proprio sostegno; e per rispetto dell’orientamento assunto dal Circolo territoriale aveva deciso sino ad oggi, di considerare come “civica” la competizione per le elezioni comunali». «I fatti politici dell’ultima settimana hanno reso chiaro ed evidente che Alessandro Bozzano è il candidato della Lega Nord e del Presidente Toti. Il Partito Democratico è incompatibile e alternativo a queste forze politiche, ai programmi che propongono, all’idea di governo che esprimono e non è quindi più possibile considerare la scelte del PD una questione eminentemente locale sui cui si è espresso il Circolo Comunale». Questi i motivi per i quali «la Segreteria Regionale del Partito Democratico della Liguria riconosce ed esprime il proprio pieno sostegno alla lista di centro sinistra ‘Volare Varazze’ che sostiene la candidatura a sindaco Elsa Roncallo».

RobertoMichels

Sulle dichiarazioni del consigliere uscente del Comune di Varazze Davide Petrini, interviene direttamente anche Vito Vattuone, senatore del Partito Democratico e segretario Pd in Liguria. Le accuse di Petrini secondo Vattuone «sono inopportune e ingiuste nei confronti del Segretario provinciale Giacomo Vigliercio, di cui chiede le dimissioni»: «il segretario Vigliercio ha condiviso con il regionale tutto il percorso coerentemente e correttamente ritenendo che non esistessero le condizioni per sostenere la candidatura di Bozzano e nel rispetto della decisione assunta nel circolo del Pd Varazze di considerare come “civica” la competizione per le elezioni comunali di Varazze. Le dinamiche di questa ultima settimana sono assolutamente indipendenti dalla volontà sia del PD regionale che del PD provinciale. Il Pd è impegnato a tutti i livelli in una campagna elettorale molto importante per il futuro dell’Europa e del nostro Paese. I chiarimenti interni ci saranno a tempo debito» conclude il segretartio regionale del Pd. (effe)

Ultima revisione articolo: