Elezioni, La sinistra per Pietra Ligure contro De Vincenzi e Foscolo: “dopo i progetti fallimentari, arriva il copiaincolla”

Pietra Ligure. Elezioni amministrative e polemiche elettorali. “I candidati sindaco De Vincenzi e Foscolo, che hanno amministrato il paese rispettivamente per 10 e 4 anni, scoprono alla vigilia delle elezioni che molti progetti da loro pensati per Pietra Ligure sono stati del tutto fallimentari” sostiene La sinistra per Pietra Ligure con il suo candidato sindaco Giovanni Zanelli. Così, dicono, sono dovuti ricorere al “copiaincolla” per presenrtarsi agli elettori.

“Dopo la presentazione del programma delle liste della Lega Nord e del PD grande è il nostro sconcerto per lo sfacciato scaricabarile dei rispettivi capilista”: “In particolare colpisce la nuova attenzione per la questione delle aree dell’ex cantiere Rodriquez. Noi denunciammo, del tutto inascoltati, già 6 anni fa lo scempio che il nuovo progetto avrebbe fatto dell’ambiente e dei diritti sindacali dei lavoratori e ci sforzammo di proporre delle alternative praticabili con un po’ di buon senso e di sana politica. Nello scorso mese di dicembre presentammo la parte del nostro programma amministrativo relativo alla questione del cantiere, forti anche della presenza in lista dell’ultimo operaio dei cantieri stessi. Tra le altre cose proponemmo la riqualificazione delle aree come spiaggia libera comunale e parco pubblico”.

“Evidentemente – commenta Zanelli – la proposta è piaciuta perché insieme a molte altre, come l’attivazione di ‘sportelli di cittadinanza’ o la difesa dell’ospedale Santa Corona dalla speculazione edilizia o la deplastificazione, è stata ripresa dai programmi delle altre liste. Ci auguriamo che per gli elettori sia facile distinguere le promesse elettorali dei soliti esponenti della partitocrazia dalle idee condivise e radicate di un collettivo di donne e uomini senza altri interessi che la difesa del bene pubblico”.