Andora, pubblicata la Relazione di fine mandato

Andora. È stata pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Andora, alla libera consultazione dei cittadini, la Relazione di fine mandato, un documento redatto ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Legislativo 149/2011 che – con dati ufficiali messi a disposizione dagli Uffici Comunali – descrive le principali attività amministrative svolte durante il Mandato 2014 -2019 dall’Amministrazione Demichelis. Sottoposto al parere del Revisore dei conti e inviato alla Corte dei Conti, il documento è a disposizione dei cittadini che possono trovarvi informazioni significative quali il valore delle  opere pubbliche appaltate, gli investimenti in servizi pubblici,  alla persona, le politiche in favore delle famiglie e dei soggetti più  deboli, insieme ai dati qualificanti dell’attività di ciascuno settore con gli obiettivi di mandato raggiunti e consolidati, in fase di realizzazione o non raggiunti. In apertura un quadro della situazione socio economica del Comune in cui si evidenzia anche una tendenza positiva sul commercio e artigianato e una sostanziale stabilità per le attività quali bar e ristoranti.  Aumentata la visibilità di Andora di cui si è promossa un’identità viva valorizzando sia le eccellenze della costa e dell’entroterra. Insieme alla relazione è stato pubblicato questa mattina sul sito e condiviso sui social anche il video “Bilancio di fine mandato 2014-2019” che riporta alcuni degli interventi realizzati sul territorio.

Il sindaco Mauro Demichelis ha anticipato i contenuti della Relazione di fine mandato in chiusura dell’ultimo Consiglio Comunale evidenziando i grandi investimenti fatti e le  tendenze positive. “I dati fotografano in modo oggettivo il lavoro di rinnovamento avviato ad Andora in questi cinque anni di amministrazione e i risultati concreti ottenuti con una gestione del Comune più trasparente e aperta all’ascolto dei cittadini. Sono stati attuati ben un centinaio dei 120 obiettivi di mandato presentati agli andoresi nel 2014. Ciò che non è stato realizzato ha raggiunto fasi significative – ha dichiarato il sindaco Mauro Demichelis – Mai come in questo quinquennio sono state fatte così tante opere pubbliche che rimarranno a patrimonio di Andora. Si è cercato di agire su tutto il territorio nonostante le tante allerte meteo e l’emergenza imprevista della scuola a rischio crollo, resa solida e sicura a tempo di record. L’Unione dei Comuni ci ha permesso di utilizzare fondi per 15 milioni di euro, da anni immobilizzati nelle casse del comune, che hanno risolto problematiche storiche e attuato la messa in sicurezza di edifici e spazi pubblici frequentati ogni giorno dai cittadini. Circa 1 milione di euro è stato investito nelle politiche sociali a favore dei più deboli e per sostenere servizi importanti quali il Nido, il Campo Solare, il trasporto scolastico e la mensa di cui abbiamo bloccato o diminuito le tariffe. Tutto senza aumentare le tasse locali e avviando un confronto diretto e continuo con gli andoresi e le realtà economiche, che hanno risposto con grande entusiasmo alle iniziative proposte e alle quali va il mio ringraziamento per aver collaborato attivamente al rilancio della nostra Andora”.

Una sezione della Relazione di fine mandato dà conto degli interventi a favore dell’economia locale. “Con la riduzione dei contributi di costruzione abbiamo stimolato la ripresa del settore edilizio e artigianale, favorendo le piccole e grandi ristrutturazioni: c’è stato un aumento dei permessi di costruire ritirati dai privati a tutto vantaggio delle casse comunali – spiega il sindaco Mauro Demichelis – Abbiamo promosso la digitalizzazione del macchina comunale attraverso  lo Sportello edilizio informatico per la presentazione delle pratiche e creato gli Elenchi digitali dei fornitori, professionisti e tecnici che garantiscono trasparenza e rotazione negli affidamenti. Il rilancio turistico e agricolo è stato favorito con un investimento nella promozione di Andora che oggi ha un’identità nuova e positiva riconosciuta da tutti”. Altro capitolo positivo è quello della tassazione locale. Nessun aumento per le tasse locali: sono state ridotte le tariffe di trasporto e mensa scolastica e ampliata a 5 anni l’esenzione Tari per le nuove attività. Grazie a una adeguata gestione del bilancio, sono stati ridotti i contributi di costruzione e ristrutturazione per l’edilizia residenziale, ricettiva e agricola. Diminuito anche il contezioso con i cittadini e riorganizzato l’Ufficio Affari legali a tutto vantaggio delle scelte difensive attuate dall’ente. Triplicati gli eventi musicali, culturali e sportivi, alcuni di grande eco, organizzati anche con la collaborazione delle associazioni. Le produzioni agricole andoresi, il Basilico Genovese Dop, in particolare, sono state protagoniste sugli schermi della Rai nazionali e regionali e nelle principali fiere nazionali e internazionali come L’Expo Milano 2015 o la fiera Plaza Culinaria di Friburgo in Germania.