Al via il Festival del vento di Spotorno; Mai: “occasione unica di promozione per la nostra Riviera”

Spotorno / Genova. È cominciato oggi, e terminerà domenica 10, il Festival del Vento di Spotorno, giunto quest’anno alla ventesima edizione. La manifestazione è stata presentata questa mattina a Genova, nella Sala della Trasparenza della Regione Liguria. Presenza di richiamo di questa edizione è una delegazione di quattro artisti aquilonisti indonesiani di Bali: Made Juniartha, Ketut Sudiana, Kadek Armika e Indra Kusuma.

“Siamo orgogliosi di avere artisti di questo livello per l’edizione del ventennale – spiega Giancarlo Gisotti, presidente dell’associazione dell’associazione 30KITE Club che organizza l’evento – a Bali la cultura aquilonistica è molto radicata. Ma anche gli anni scorsi abbiamo avuto ospiti da altri paesi orientali di grande tradizione aquilonistica, come il Giappone, la Cina e la Malesia”. Il Festival è ormai uno degli eventi di richiamo per gli appassionati: in questi giorni arriveranno a Spotorno rappresentanti di oltre 50 club da 11 paesi europei. Il ventennale del Festival coincide quest’anno con il trentennale della dichiarazione dei diritti del bambino dell’Unicef, che per l’occasione ha organizzato laboratori di costruzione di aquiloni nelle scuole di Spotorno. Il Festival sostiene anche le attività di Emergency.

Parteciperò quest’anno al festival, sperando che il vento dia il giusto favore a una festa che valorizza la bellezza di Spotorno e l’inizio della bella stagione – ha detto l’assessore al tempo libero Stefano Mai – Complimenti all’organizzazione, perché far crescere una manifestazione come questa per vent’anni di seguito non è semplice. È un’occasione unica di promozione per la nostra Riviera, con ospiti di molte nazioni diverse”.

Dopo l’inaugurazione di oggi, con il volo degli aquiloni dei bambini delle scuole di Spotorno, da domani comincia la vera manifestazione: dalle 10 si succederanno le esibizioni in programma sullo spazio di piazza della Vittoria. Nella casa del turismo e in altri spazi sono previste mostre, illustrazioni e altre iniziative collaterali.