L’Associazione Zueni d’Arbisoa verso la chiusura

Albissola Marina. A causa dell’impossibilità di formare un nuovo direttivo per numero insufficiente di candidature, il 31 marzo alle ore 21.00 presso l’AVIS comunale di Albissola Marina si voterà per la chiusura dell’Associazione Zueni d’Arbisoa. Sfortunatamente — spiegano gli associati — non si è verificato quel ricambio generazionale che i soci fondatori si auspicavano; la speranza è che in Assemblea si possano presentare nuovi soci per permettere la formazione di un nuovo Consiglio.

L’Associazione Zueni d’Arbisoa è nata nel 2014 da un gruppo di giovani albisolesi «come progetto apartitico e no profit, realizzato per coinvolgere le fasce più giovani del paese e dare voce alle idee e alle iniziative atte a valorizzare il territorio. Sono state innumerevoli le attività portate avanti dai numerosi soci nel corso degli anni: dagli eventi musicali alla Silent Disco, dalle sfilate canine al Comitato per il Castellaro, dalla caccia alle uova alle Wikigite. L’associazione ha spesso collaborato con realtà di volontariato radicate sul territorio, come l’ASCOM, i Lupi della Protezione Civile, Seconda Stella a Destra, Eunike, i Lions, il Comitato CIAC, l’AVIS di Albissola Marina. Una menzione speciale va al rimpianto Danilo Lagorio, scomparso prematuramente d’infarto, che gli Zueni hanno ricordato con un concerto in sua memoria la scorsa estate».

Comunque andrà alla riunione convocata a fine marzo, gli Zueni d’Arbisoa «ringraziano le Istituzioni, le Associazioni, i Commercianti ed i singoli cittadini per aver creduto in un movimento di ragazzi che nel proprio piccolo, dedicando energie, denaro, tempo libero, hanno cercato di contribuire alla causa albisolese e hanno coinvolto i propri coetanei rendendoli direttamente partecipi al tessuto sociale cittadino.»