Donazione al Gaslini in ricordo di Fausto Vignola

Albenga / Genova. A poco meno di un anno di distanza dalla drammatica scomparsa, a soli 37 anni, del campione di motociclismo Fausto Vignola, la famiglia e gli amici hanno voluto ricordarlo con una importante donazione all’Ospedale pediatrico Gaslini di Genova. Come si ricorderà Faustone, come tutti affettuosamente lo chiamavano, era rimasto vittima di un tragico incidente mentre si allenava in una strada sterrata nell’entroterra savonese. Subito familiari e amici scelsero di ricordarlo con un gesto di solidarietà, raccogliendo fondi per alleviare le sofferenze di persone in difficoltà. L’iniziativa, coordinata per scelta della famiglia dai Fieui di caruggi di Albenga, ha dato buoni risultati e ha permesso l’acquisto di apparecchiature sanitarie per il reparto di Ematologia e Oncologia pediatrica dell’ OspedaleGaslini di Genova. In particolare uno strumento che permette agli operatori di individuare perfettamente il reticolato venoso del braccio, eliminando inutili sofferenze ai piccoli pazienti per i prelievi, le flebo, le trasfusioni.

gaslini targa 2

La consegna ufficiale è avvenuta alla presenza del Presidente del Gaslini, Pietro Pongiglione, che ha ringraziato per il gesto di grande umanità e ha donato alla Signora Sara Balestra, moglie di Fausto Vignola, una medaglia ricordo. I dottori Carlo Dufour e Sandro Dallorso hanno sottolineato l’importanza delle attrezzature donate, illustrandone il funzionamento. Era presente alla commovente cerimonia Maurizio Gerini, reduce dai successi della Dakar 2019, grande amico di Fausto e compagno delle sue avventure sportive. Con lui il papà e la mamma del campione scomparso e le sorelle Gloria e Sara. Nel reparto di Ematologia e Oncologia pediatrica è stata posta e inaugurata una speciale targa a ricordo del momento. Sulla targa una frase molto significativa che Fausto Vignola era solito ripetere : “Vivi al massimo, non mollare mai… Perché la vita è bellissima, nonostante tutto”.