“M’illumino di meno”, a Loano giornata del risparmio energetico

Loano. Il Comune di Loano aderisce all’edizione 2019 di “M’illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili ideata nel 2005 dalla trasmissione “Caterpillar” e da Rai Radio2 per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili.

promozione tennis sport
Clicca l'offerta

Promozione. 20% di sconto sui prodotti Asics. Valido solo per gli aritcoli inclusi nella categoria speciale. Non cumulabile con altri sconti. Utilizza online questo codice sconto: 20ASICS

Venerdì 1 marzo a partire dalle 18 le luci che illuminano la facciata del municipio di Palazzo Doria, la Torre Pentagonale e Porta Passorino verranno spente. I tre edifici resteranno “al buio” per l’intera nottata. L’amministrazione invita tutti i cittadini, i commercianti, le imprese e le associazioni della città a partecipare attivamente a questa importante iniziativa diminuendo il consumo di energia, anche solo per un’ora, nella giornata di venerdì 1 marzo.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

“Con lo spegnimento delle luci che illuminano alcuni degli edifici simbolo della città – spiega il sindaco di Loano Luigi Pignocca – vogliamo testimoniare il costante impegno della nostra amministrazione comunale nella lotta agli sprechi e nella promozione di iniziative volte a ridurre l’incidenza delle attività umane sull’ambiente. Il risparmio energetico è la prima e più elementare forma di ‘politica ambientale’ possibile. Tutti possiamo contribuire a raggiungere questo obiettivo con piccoli e semplici gesti come spegnere le luci o gli apparecchi elettronici inutilmente accesi nelle nostre case, abbassare il riscaldamento o scegliere i mezzi pubblici, la bicicletta o una bella passeggiata invece dell’automobile per gli spostamenti”. Tutti possiamo fare la nostra parte. L’amministrazione invita dunque tutti i cittadini, i commercianti, le imprese e le associazioni della città a partecipare attivamente a questa importante iniziativa diminuendo il consumo di energia, anche solo per un’ora, nella giornata di venerdì 1 marzo: “Ogni piccolo contributo è importante per raggiungere un grande risultato”. “Anche le scuole – aggiunge l’assessore all’ambiente Manuela Zunino – sono state invitate a svolgere attività mirate all’approfondimento dei principi di sostenibilità ambientale che sono alla base della campagna ‘M’illumino di meno’ e che gli alunni hanno già avuto modo di conoscere lavorando, anche quest’anno, al progetto Eco-Schools di Bandiera Verde. Riteniamo che la conoscenza di queste buone pratiche sia fondamentale per la formazione di futuri cittadini consapevoli dell’importanza di rispettare e tutelare l’ambiente che li circonda”.

L’edizione 2019 della campagna “M’illumino di meno” è dedicata all’economia circolare: l’imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare “il fine vita” delle cose. Perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie dell’acqua minerale che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta dei giornali, una cornetta del telefono che diventa una lampada, fanghi che diventano biogas. “La pratica della ri-generazione e del riutilizzo degli oggetti – aggiungono Pignocca e Zunino – è il principio che ci ha spinto a creare il Centro del Riuso di via degli Alpini: qui i cittadini possono consegnare o prelevare beni usati ma ancora utilizzabili e non inseriti nel sistema della raccolta dei rifiuti urbani ed assimilati. Un altro modo per ‘prolungare’ la vita degli oggetti e ridurre la quantità di materiali inseriti nel circuito del riciclo”.

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: