Loano, un nuovo ostello della gioventù nell’ex Colonia Marina

Loano. Ex “Colonia Marina Città di Torino” a Loano, parte l’iter per l’affidamento del nuovo ostello della gioventù. È stato pubblicato sui siti istituzionali dei Comuni di Loano e Torino e all’albo pretorio digitale dell’Ente piemontese l’avviso relativo alle manifestazioni di interesse per l’affidamento dell’utilizzo dell’ex “Colonia Marina Città di Torino” situata sulla via Aurelia a Loano. Il complesso è stato oggetto di un protocollo d’intesa sottoscritto dall’amministrazione comunale di Torino e da quella di Loano il 26 marzo 2018. La sottoscrizione del protocollo prende le mosse dall’intendimento della Città di Torino di valorizzare al meglio i terreni e fabbricati di sua proprietà (situati sul territorio del Comune di Loano) che ora sono in gran parte inutilizzati o sotto-utilizzati.

Il fabbricato principale è costituito da una palazzina a tre piani (con sottotetto non utilizzabile e seminterrato) di 2.312 metri quadri di superficie ed un’ampia area verde su cui si trovano altri due bassi edifici (uno adibito a servizio igienico, l’altro a deposito) ed un villino indipendente usato come “palazzina di custodia”. Al piano terra della palazzina principale sono localizzati il refettorio ed i servizi, gli uffici, una sala giochi, la sala medica, l’infermeria e la portineria. Ai piani primo e secondo sono collocate le camere della ex colonia, i servizi ed un paio di sale giochi per piano. Al piano seminterrato vi sono la cucina, alcuni ambienti ad uso dispensa, un locale deposito ed taluni vani tecnici. La palazzina è dotata di scala di sicurezza esterna e di ascensore. La “palazzina di custodia” è a due piani ed ospita due unità immobiliari.

Il compendio immobiliare ha ospitato, fino al 2016, il “Laboratorio Didattico sull’ambiente Mediterraneo – Città di Torino”, che nel corso degli anni scolastici dal 2013 al 2016 ha accolto (in turni settimanali) oltre 3 mila e 300 bambine e bambini, i quali hanno potuto così sperimentare il contatto diretto con l’ambiente marino e il territorio circostante. A partire dall’anno scolastico 2016/2017 la Città di Torino è stata costretta ad interrompere i soggiorni e le attività didattiche per gli alunni. Pur non intendendo, al momento, riassumere la gestione della ex Colonia, l’amministrazione comunale di Torino ha tutto l’interesse a riproporre questo percorso tra i propri progetti educativi. Dal canto suo, l’amministrazione comunale di Loano, in sinergia con le associazioni del territorio, ha lavorato all’attuazione di un progetto europeo di sviluppo di comunità a favore dei giovani che prevede, tra l’altro, l’apertura di un ostello della gioventù. Tale struttura ricettiva dovrebbe favorire l’afflusso di un turismo “giovanile” in città. Inoltre, è intenzione del Comune di Loano riunire “sotto lo stesso tetto” le associazioni che fanno parte del centro culturale polivalente e che ora occupano vari spazi all’interno di Palazzo Kursaal. Infine, è intenzione dell’amministrazione ampliare la superficie del verde pubblico nella zona residenziale ad ovest della città mettendo a disposizione di loanesi e turisti un nuovo parco pubblico: questo verrà ricavato da parte dell’ampia area verde di proprietà della Città di Torino ricompresa tra l’Aurelia e l’istituto “Giovanni Falcone”.

In base al protocollo d’intesa, nell’edificio principale troveranno spazio il nuovo ostello della gioventù (la cui gestione sarà affidata a terzi mediante procedura d’evidenza pubblica) e la nuova sede del centro culturale polivalente. Le manifestazioni di interesse riguardano l’utilizzo di questo compendio immobiliare in parte come ostello ed in parte come sede delle associazioni del territorio, a titolo di sub-concessione d’uso per una durata da determinarsi e comunque non superiore a 20 anni, oppure a titolo di diritto di superficie/proprietà superficiaria per una durata da determinarsi, comunque non eccedente i 30 anni, a titolo oneroso e secondo le modalità riportate nell’avviso. La Città di Torino si è riservata l’uso esclusivo, all’interno della porzione della palazzina da adibirsi ad ostello, di 74 posti destinati agli alunni delle scuole primarie torinesi e piemontesi che prenderanno parte ai soggiorni didattici nel periodo compreso tra il primo ottobre ed il 30 novembre e tra il primo febbraio ed il 31 maggio di ogni anno, weekend e festivi esclusi. Il soggetto gestore dell’ostello dovrà fornire il servizio di ristorazione a favore degli studenti (con costi a carico dell’amministrazione torinese) ed effettuare (con oneri a proprio carico) i servizi di custodia e portineria, vigilanza, pulizia e ad assumersi l’onere delle utenze durante l’intero soggiorno.

I soggetti interessati dovranno far pervenire apposita manifestazione di interesse (redatta in lingua italiana e corredata dalla documentazione indicata di seguito) entro e non oltre le 10 del giorno 14 marzo 2019, termine perentorio oltre il quale le manifestazioni di interesse non verranno prese in considerazione. La manifestazione di interesse dovrà essere indirizzata a “Città di Torino, Area Patrimonio, Piazza Palazzo di Città, 7 – 10122 Torino” a decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso all’albo pretorio comunale torinese, corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore e dagli allegati obbligatori. Le manifestazioni potranno essere inviate tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, indicando come oggetto ”Manifestazione di interesse per la Colonia di Loano”; la documentazione dovrà essere sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante o da un procuratore a ciò legittimato dal soggetto interessato. Le manifestazioni potranno essere inviate anche tramite Pec all’indirizzo patrimonioimmobiliare@cert.comune.torino.it indicando il seguente oggetto “Manifestazione di interesse per la Colonia di Loano”, con apposizione della firma del titolare o del legale rappresentante o di un procuratore a ciò legittimato dal soggetto interessato. Per eventuali informazioni tecniche e per eventuali sopralluoghi ci si potrà rivolgere all’Area Patrimonio della Città di Torino ai numeri 011.01123913 o 011.01123952 (dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 16, il venerdì dalle 8.30 alle 13), che procederà ad organizzare il sopralluogo di concerto e con la partecipazione di personale dell’Ufficio Turismo del Comune di Loano.