Ceriale, “bollette pazze”? Sindaco Romano: “Verificheremo eventuali irregolarità”

Ceriale. “Mi riservo di verificare se le accuse di irregolarità mosse siano o meno veritiere, nel caso assumerò i provvedimenti necessari” dichiara il sindaco Luigi Romano in merito alle segnalazioni del Meetup cerialese sul caso degli avvisi di pagamento per l’acqua. “A scanso di equivoci – prosegue il sindaco di Ceriale –, credo sia opportuno precisare che gli avvisi di pagamento inviati dall’ufficio Acquedotto si riferiscono al mancato pagamento di bollette emesse negli anni 2013-2014-2015-2016, ossia fino all’ultimo anno di emissione prima del trasferimento del servizio idrico al nuovo gestore Ponente Acque. Gli avvisi sono stati emessi compatibilmente con l’attività dell’ufficio volta a verificare le singole situazioni degli utenti e, in particolare, dopo l’invio di solleciti che hanno permesso all’Ente di recuperare, già in una prima fase, una buona parte delle morosità”.

“Mi riservo di verificare se le accuse di irregolarità mosse siano o meno veritiere, nel caso assumerò i provvedimenti necessari. Ciò premesso, non so se sia immorale chiedere agli utenti che non hanno versato il canone idrico di pagare, certamente è più immorale che gli utenti fruitori di un servizio non paghino quanto dovuto a discapito di quelli che invece pagano regolarmente. Entrando nel merito della presunta prescrizione, invocata da chi scrive, è da precisare che la stessa deve necessariamente essere fatta valere, caso per caso, dall’interessato, in quanto ogni pratica viene trattata a sé e per ogni pratica possono essere stati formulati diversi atti interruttivi della stessa”.

“Sparare nel mucchio – prosegue il sindaco Romano – non è sicuramente atteggiamento foriero di comportamenti corretti, in quanto ingenera nelle persone convincimenti errati su quello che è l’iter amministrativo posto in essere dalla pubblica amministrazione. Ancora più scorretto è utilizzare generiche affermazioni tese a screditare il lavoro posto in essere dagli uffici comunali. Gli uffici sono comunque a disposizione, come sempre, per analizzare in modo puntuale le singole situazioni”.