Per la Stazione di Alassio un protocollo d-intesa tra RFI e Comune

Alassio / RomaStamani l’incontro sul futuro della stazione ferroviaria alassina e delle aree ad essa collegate. Con il sindaco di Alassio Marco Melgrati al tavolo costituito presso la sede romana di RFI erano presenti l’Ing. Antonello Martino, responsabile ingegneria e investimenti Direzione Stazioni di RFI ​e la D.ssa Norberta Valentino responsabile della gestione, valorizzazione e vendite dell’area centro-nord-ovest di RFI.

“Abbiamo messo sul tavolo – spiega Melgrati al rientro problematiche e presentato alcune idee per il riutilizzo di aree attualmente chiuse al pubblico e abbandonate: le sale d’attesa di prima e seconda classe, il deposito bagagli, lo stesso parcheggio attiguo ai binari – circa 70 posti auto preziosi per l’economia viabilistica della città – attualmente chiuso al pubblico”.

L’accesso ai disabili, l’abbattimento delle barriere architettoniche nonchè il decoro degli spazi pubblici e dei giardini, altri temi all’ordine del giorno. “Al mio rientro – prosegue il primo cittadino di Alassio – predisporremo un documento riassuntivo di tutte le proposte e le richieste che invieremo a RFI. Su questa base predisporranno un protocollo che condivideranno con noi che sarà la base delle successive iniziative”.

“Nel frattempo – aggiunge Melgrati – ho chiesto che il parcheggio di proprietà di RFI, in attesa di verificarne la sopraelevazione per raddoppiare gli attuali posti a rotazione (da 70 a 140 nel pieno centro cittadino), possa essere affidato per sei mesi alla Gesco affichè sia riaperto al pubblico nel più breve tempo possibile”. “Sono molto soddisfatto – la conclusione di Melgrati – dell’avvio di un iter e di una collaborazione che sono certo porterà importanti soluzioni per la nostra città”.

Ultima revisione articolo: