Albenga in Scienza: laboratori, conferenze, esperimenti in diretta e tante curiosità…

Albenga. Dieci laboratori aperti dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, otto conferenze, esperimenti in diretta, tante curiosità e un viaggio che – oltre alle due sedi della scuola – toccherà anche, Palazzo Oddo e l’Auditorium San Carlo. Torna “Albenga in Scienza”: dal 21 gennaio al 25 gennaio un ciclo di conferenze darà il via alla manifestazione, dal 30 gennaio al 2 febbraio, seguirà una quattro giorni di laboratori, cifre, formule e dimostrazioni rivolta ad alunni, docenti e genitori, a cura del Liceo Statale G. Bruno. Il progetto, coordinato dalla professoressa Donatella Arnaldi, si svolge in collaborazione con l’associazione “Festival della Scienza di Genova” e ha il sostegno del Comune di Albenga.

Commenta la preside del Liceo Statale Giordano Bruno, Simonetta Barile: “Albenga in scienza è nata con l’obiettivo di contribuire alla divulgazione della cultura scientifica sensibilizzando ulteriormente all’interno della scuola gli studenti liceali e, all’esterno, tutto il territorio ingauno e della provincia savonese. Le attività proposte nelle due settimane sono dirette ad un pubblico differenziato sia per fasce di età che per interesse culturali. La prima edizione ha visto la presenza di circa 680 visitatori in due giorni, mentre alla seconda edizione hanno partecipato oltre 3000 visitatori. Numeri importanti che spero comunque possano essere superati in questa terza edizione anche per gratificare tutti i docenti e gli studenti che lavorano da mesi con passione per la realizzazione dell’evento e che ringrazio sentitamente”.

Per realizzare la terza edizione di Albenga in scienza si è utilizzata una didattica per competenze sostenuta dai finanziamenti ottenuti da fondi strutturali europei Progetti P.O.N. Tutti i laboratori e il sito web della manifestazione, giunta alla sua terza edizione, sono allestiti e curati dagli studenti del triennio del Liceo (indirizzi Scientifico e opzione Scienze Applicate), guidati dai loro docenti e dagli esperti del Festival della Scienza.

I laboratori

presso Palazzo Oddo, via Roma:

“In cammino verso l’infinito”; “Viaggio alla scoperta del cielo” in collaborazione con l’associazione G.A.V.I. (Gruppo Astrofili Volontari Ingauni);

presso la sede del Liceo in via Dante:

“Come un soffio di vento può far cadere un ponte”; “Scienza al volo”; “Giochiamo con la scienza”; “Arte in scienza”; “Orienteering: da che parte sei girato?”;

presso la sede del Liceo in viale Pontelungo:

“Alimentazione”; “ Farmacia in pillole” ; “Giochiamo con la scienza”; “Arte in scienza”.

I laboratori si svolgeranno presso le sedi sopra indicate nei giorni mercoledì 30 giovedì, 31 gennaio, venerdì 1 febbraio (dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18) e sabato 2 febbraio (dalle ore 9 alle ore 14).

Le conferenze (tutte presso l’Auditorium San Carlo, in via Roma)

  • “ARPAL: Meteoallertiamoci” (dott. Paolo Gollo, 21 gennaio ore 17,00);
  • “I lupi in Liguria” (dott. Luciano Nattero, 21 gennaio ore 21,00);
  • “Dissesto idrogeologico e tutela della cittadinanza” (dott. Roberto Macciò, Dott. Fabio Arrighetti, Geom. Graziano Floccia, 22 gennaio ore 17,00);
  • “Dall’A.S.L. all’Africa nera: esperienza di un medico anestesista nella cooperazione internazionale” (dott.ssa Patrizia Desalvo, 22 gennaio ore 21,00);
  • “Scleriamo insieme simulando gli effetti della sclerosi multipla” tramite un apposito simulatore (Dott. Angelo Oneto, 24 gennaio ore 17,00);
  • “È possibile l’esercizio del pensiero critico nella società dell’informazione?” -Come controllare l’autenticità e la correttezza della massa di informazioni e messaggi che cresce sempre più- (Prof. Domingo Paola, 24 gennaio ore 21,00);
  • “Internet delle cose” (Prof. Corrado Boragno – Unige – , 25 gennaio ore 17,00);
  • “Viaggio nel micromondo” (Prof. Nicola Manca, 25 gennaio ore 21,00).

[MEC id=”205869″]

Ultima revisione articolo: