Ceccardo Roccatagliata Ceccardi, il “padre dei cantori liguri”

Savona. Ceccardo Roccatagliata Ceccardi (1871-1919) fu un combattivo giornalista, sulle pagine genovesi de «Il Lavoro» e di altri periodici, dove si rese protagonista di celebri polemiche, come ad esempio quelle sui restauri delle tele di Van Dyck nella Galleria di Palazzo Rosso, ma soprattutto una figura tormentata e sensibile di poeta, ammirato da D’Annunzio, Marinetti, Ungaretti, Sbarbaro e Montale.

Montale definì Ceccardo un «monumento di geniale inattualità» e «padre dei cantori liguri», ponendolo all’origine di quella linea ligure della lirica italiana novecentesca, che, dopo di lui, prosegue, tra gli altri, con Sbarbaro, Caproni e Montale stesso. Lirici che hanno saputo dipingere con le loro parole il paesaggio naturale e umano della nostra terra, affrontando insieme i grandi temi morali ed estetici della cultura italiana ed europea del loro tempo. La vita complessa di Ceccardo, sempre sopra le righe, errabonda, sregolata e ribelle fu tormentata dalla miseria e compromessa dal suo carattere irruente e volitivo, incapace di adattare i propri ideali alla società contemporanea: è per questo diventata quasi una leggenda, grazie alle biografie scritte su di lui da Lorenzo Viani e da Tito Rosina.

Alla figura affascinante di Ceccardo è dedicato il terzo e penultimo incontro del ciclo “Dalle nostre parti. La Letteratura ligure tra Ottocento e Novecento”, organizzato dal Liceo Chiabrera Martini di Savona, in collaborazione col Dipartimento di Italianistica dell’Università di Genova e col Comune di Savona. L’incontro, curato dal prof. Pier Luigi Ferro, è aperto alla cittadinanza interessata; la conferenza di Stefano Verdino e Giuseppe Marcenaro – dal titolo, appunto, “Ceccardo Roccatagliata Ceccardi, il ‘padre dei cantori liguri’” si terrà nella Sala Rossa del Comune di Savona venerdì 18 gennaio 2019 ore 15.30, accompagnata da letture poetiche a cura del laboratorio di scrittura letteraria e interpretazione de “I Coribanti” del Liceo Chiabrera Martini di Savona.

Il ciclo di incontri “Dalle nostre parti. La Letteratura ligure tra Ottocento e Novecento” si concluderà venerdì 8 febbraio 2019 con una conferenza della dott.ssa Veronica Pesce dedicata a “Giovanni Boine: plausi, botte e frantumi”.