Classificazione e funzionamento del Trauma center dell’ospedale Santa Corona

Luigi de Vincenzi (Pd) ha presentato oggi in Consiglio regionale un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta di garantire omogeneità agli assetti organizzativi del Trauma center dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure e di quello del San Martino di Genova, che – ha detto – sono definiti equipollenti dalla Delibera della giunta regionale n. 1466 del 6 dicembre 2011 ma sarebbero trattati in maniera disomogenea. Il consigliere ha chiesto, inoltre, di garantire la piena disponibilità anche in agosto, della specialità di Chirurgia toracica presso il Santa Corona, rilevando che si tratta di una specialità essenziale in un DEA di II° livello come quello di Pietra Ligure.

promozione tennis sport
Clicca l'offerta

Promozione. 20% di sconto sui prodotti Asics. Valido solo per gli aritcoli inclusi nella categoria speciale. Non cumulabile con altri sconti. Utilizza online questo codice sconto: 20ASICS

Il Trauma center del San Martino è classificato come Struttura semplice dipartimentale, quindi – ha spiegato – è dotato di autonomia gestionale e organizzativa, con risorse propri e obiettivi delineati, mentre il Trauma center del savonese è inquadrato come semplice Gruppo operativo interdipartimentale.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

L’assessore alla sanità Sonia Viale ha assicurato che la difesa del DEA di II livello e delle specificità dell’ospedale Santa Corona, è sempre stata al centro dell’attenzione degli amministratori del territorio, che la dirigenza della ASL 2 sta lavorando all’individuazione della struttura semplice di competenza, che coordini l’organizzazione e l’attività del Trauma Center. Rispetto all’attività di chirurgia toracica – ha aggiunto – dal mese di giugno 2018, un dirigente medico inquadrato nella disciplina di chirurgia toracica si è trasferito in altra ASL extraregionale e contestualmente la ASL ha attivato le procedure per un avviso di mobilità per un incarico a tempo determinato per favorire la sostituzione del dirigente. Inoltre l’Azienda ha richiesto una convenzione per prestazioni di chirurgia toracica al “San Martino”, che dovrebbe permettere l’avvio della collaborazione dal 15 settembre 2018.

“Ancora una volta l’assessore Viale non risponde in modo esaustivo alle mie domande sul destino del Santa Corona, che questa Giunta regionale sta depauperando giorno dopo giorno” ha poi commentato in una nota stampa il vicepresidente del Consiglio regionale e consigliere ligure del Pd Luigi De Vincenzi: “Alla mia precisa richiesta, oggi in aula, sul rischio declassamento per il Trauma Center dell’ospedale di Pietra Ligure – che verrebbe inquadrato in un Gruppo Operativo Interdipartimentale (GOI), mentre secondo l’attuale modello organizzativo del Dea del Policlinico San Martino, l’analogo Trauma Center del nosocomio genovese viene classificato come Struttura Semplice Dipartimentale, in linea con gli organigrammi di altri Centri Traumatologici di riferimento a livello nazionale – si limita a definire infondata la mia denuncia”.

“Ma se l’assessore volesse davvero tranquillizzare i cittadini dovrebbe rispondere con più chiarezza e passare dalle tante parole ai fatti. Sono più di 3 anni invece che il Santa Corona subisce sistematici tentativi di declassamento, dimenticando che si tratta di un Dea di secondo livello con un importante bacino di pazienti: l’intero ponente ligure e i turisti che ogni estate arrivano su questa fetta di territorio. A volte basta uno sguardo per capire che ci troviamo di fronte a una situazione di incuria e abbandono da parte delle istituzioni. Per esempio l’erba alta e rigogliosa nei giardini dell’ospedale non è certo un bel segnale. L’assessore Viale faccia meno parole e più atti concreti” conclude De Vincenzi.

“Buonsenso e fatti concreti” replica polemizzando Paolo Ardenti, vice capogruppo regionale Lega Nord Liguria-Salvini: “autorizzazione da parte di Regione Liguria dell’accensione del mutuo che consentirà all’Asl 2 di avere le risorse necessarie per l’ampliamento del Pronto soccorso e il trasferimento del Pronto soccorso pediatrico all’interno della struttura (una volta rammodernata); procedura per l’acquisto dell’angiografo biplano per il reparto di Neuroradiologia; accesso diretto dei pazienti in Radiologia. Sono solo alcune delle azioni intraprese recentemente da Regione Liguria e dall’Azienda sanitaria per ‘potenziare’ l’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure che la giunta regionale di centrodestra all’inizio del mandato si era ritrovata con le infiltrazioni di acqua piovana, addirittura nelle sale operatorie, dopo la gestione della Sanità da parte del centrosinistra”.

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: