A Finalborgo la tradizionale “Fiera delle vecchie cose”

Finale Ligure.  Sabato 1 e domenica 2 settembre, per tutta la giornata, le vie e le piazze dell’antico borgo saranno animate dalle curiose bancarelle della tradizionale fiera. Oramai da trent’anni la “Fiera delle vecchie cose” di Finalborgo, organizzata dal Centro Storico del Finale, è un appuntamento fisso per appassionati e curiosi. Ogni prima domenica e sabato antecedente di ogni mese.

RobertoMichels

«Antiquariato e modernariato; dalla credenza antica, alla figurina introvabile del calciatore anni ’70; dallo specchio d’argento all’antico testo di esoterismo. Questa bella iniziativa, trae le sue origini dalla prestigiosa “Fiera dell’antiquariato” che si svolgeva a Finalborgo già nel 1972, curata e ideata da un’associazione di commercianti finalborghesi dell’epoca, “La Calzoleria”».

« Dopo lo scioglimento di quest’ultima, il Centro Storico del Finale ne ha raccolto i resti e l’eredità, cercando di proseguire, seppur con molti adattamenti e adeguamenti ai tempi, nel solco lasciato dai predecessori. Inizialmente venne chiamata “Fiera delle vecchie cose ed antichi mestieri”, successivamente, dopo una convenzione con il Comune di Finale Ligure che è patrocinante dell’iniziativa, perde “gli antichi mestieri”, anche se capita spesso di vedere impagliatori, o altri artigiani alle prese con mestieri scomparsi. Una passeggiata per le vie del Borgo, recente teatro naturale della manifestazione di successo “Viaggio nel Medioevo”, è un’occasione per vedere un altro volto di Finalborgo, uno dei borghi più belli d’Italia.»

Ultima revisione articolo: