Spotorno, finanziati progetti didattici ed educativi

Con deliberazione di Giunta, l’Amministrazione comunale di Spotorno anche quest’anno ha approvato la convenzione con l’istituto Comprensivo di Spotorno-Noli-Vezzi, confermando lo stanziamento di 39 mila euro per progetti didattici ed educativi finalizzati al rafforzamento dell’autonomia dell’istituto, al sostegno del Consiglio Comunale dei Ragazzi del Golfo e all’integrazione per le funzione miste del personale ATA.

«Sono stati confermati i contributi ai progetti “storici” – afferma l’Assessore alla Pubblica Istruzione Davide Delbono – come il coro scolastico, il progetto degli incontri filosofici “Conosci te stesso”, l’educazione alimentare, l’help didattico, “Nuovi spazi e ambienti di apprendimenti” volto alla modernizzazione della strumentazione didattica e il progetto di scambio culturale con le scuole di Bad Durrheim in Germania, paese gemellato con Spotorno. Inoltre sono stati stanziati ulteriori finanziamenti per lo psicologo a scuola, progetto fortemente voluto dalla nostra Amministrazione e che, grazie alla collaborazione con le famiglie e il personale docente, sta dando ottimi risultati. Quest’anno oltre allo sportello psicologico, la dottoressa terrà anche degli incontri sull’educazione sessuale.

Continua altresì il sostegno alle attività del Consiglio Comunale dei Ragazzi del Golfo con il progetto di multiculturalità e le aperture pomeridiane del Centro di aggregazione giovanile presso la Ludoteca comunale “Arbaxia”. Sul tema ambientale, al progetto “Ecoschool” quest’anno verrà abbinato anche “Mare di Plastica”, a cura della Fondazione CIMA.»

«Novità di quest’anno sarà un progetto rivolto alla Scuola dell’Infanzia per la prevenzione dei disturbi dell’apprendimento che vedrà un logopedista affiancare i docenti per attività di prevenzione, trattamento e monitoraggio delle difficoltà che possono in sorgere in questa importante fase dello sviluppo del bambino. Ringrazio – conclude l’Assessore Delbono – il Consiglio dell’Opera Pia Siccardi-Berninzoni che ha deciso di portare avanti il progetto “Andata e Ritorno” che ormai da due anni vede i ragazzi delle scuole di Spotorno incontrarsi con gli ospiti della Residenza protetta, sviluppando una serie di attività insieme, e la Croce Bianca di Spotorno che terrà degli incontri rivolti a insegnanti e studenti con particolare attenzione all’utilizzo dei defibrillatori. Questo progetto si inserisce in una serie di attività formative per la cittadinanza che abbiamo concordato con la Croce Bianca per accompagnare l’installazione dei nuovi punti D.A.E. come quello da poco inaugurato nei Giardini Centrali.»