Black out ad Alassio e Albenga: incontri chiarificatori con Enel

lampadina fumante

Albenga / Alassio. In data odierna gli uffici tecnici del comune hanno effettuato un incontro con i responsabili Enel al fine di chiarire le cause del disservizio che ha provocato l’interruzione della fornitura di energia elettrica nella serata di sabato per oltre due ore, lasciando al buio turisti ed espositori. Nella serata era in corso “Calici di Stelle”, manifestazione che prevedeva uno spettacolo teatrale e dedicata alla degustazione dei vini locali presenti con stand e punti ristoro, stand che sono restati al buio e con grossi problemi nel poter offrire degustazioni e informazioni tecniche su produzione e tipologia vini.

offerteibslibri

L’incontro chiarificatore con Enel anche e soprattutto per ottenere assicurazioni che tale grave disservizio non abbia più a ripetersi. “Per quanto concerne poi le eventuali responsabilità, ancora da accertare, sarà nostra cura andare a fondo della vicenda “, dichiara il vice sindaco Riccardo Tomatis. Tomatis , assessore al commercio, afferma di sentirsi vicino a commercianti ed esercenti penalizzati dal disservizio, nei prossimi giorni li contatterà al fine di valutare un’eventuale azione legale congiunta.

Disagi anche ad Alassio. Mercoledì a Borgo Coscia, giovedì e sabato nell’area del Molo: per tre sere ampie zone della Città di Alassio si sono trovate al buio “arrecando, non solo disagi agli eventi in programma per quelle serate, ma soprattutto ingenti danni agli esercizi commerciali, ai bar, ristoranti e alberghi che, in taluni casi si son visti costretti a chiudere”.

“Giovedì sera sul Molo c’erano tremila persone: il disagio è stato enorme – racconta Marco Melgrati, sindaco di Alassio – e oltre a quello il danno, pesantissimo, per ristoranti e bar. L’avevo detto se succede di nuovo parte la denuncia. Sabato stavo presenziando ad una manifestazione e mi hanno segnalato che la zona del molo era nuovamente al buio. Ho trascorso metà della serata al telefono per seguire gli sviluppi e sollecitare l’Enel.”

Il primo cittadino di Alassio stamani ha ricevuto una delegazione dell’Enel giunta con spirito collaborativo per verificare soluzioni volte ad ovviare ad ulteriori disagi. “Dopo la prima interruzione di energia elettrica avevamo già posizionato un condizionatore da 10mila BTU – hanno dichiarato i responsabili della zona di Savona e Imperia e E-distribuzione – mercoledì ne installeremo uno da 36mila BTU oltre a una linea provvisoria ulteriore per poter reggere i ricarichi di energia derivanti dal grande caldo e dal picco di utilizzo dei condizionatori. Si tratta di soluzioni temporanee, ma ad ottobre provvederemo ad un ampliamento della rete con alcuni scavi che interesseranno la Passeggiata Grollero e alcune vie limitrofe”.

“Comprendo che i problemi siano scaturiti da questo caldo anomalo – è la conclusione di Melgrati – e ho molto apprezzato l’incontro di stamani con la delegazione dell’Enel, il loro impegno e lo spirito di collaborazione con il quale si sono proposti. Nel rispetto però del disagio e dei danni sofferti dagli esercizi commerciali daremo comunque seguito alla denuncia per interruzione di pubblico servizio”.

Ultima revisione articolo: