Voxonus Festival, a Villa Faraggiana le sonate per violino e clavicembalo di Johann Sebastian Bach

Albissola Marina / Savona. Nell’ambito del Voxonus Festival, giunto alla sua VII edizione, la serata del 25 luglio si pone come un appuntamento da non perdere per la preziosità del programma musicale e per il meraviglioso scrigno in cui si svolge. Le note delle sonate per violino e clavicembalo di Johann Sebastian Bach risuoneranno, infatti, in uno degli ambienti più originali della settecentesca Villa Faraggiana che, come tradizione, apre le porte alla rassegna di musica barocca, in sintonia con la sua storia e la sua architettura.

Il concerto si terrà nella Cappella della Misericordia, dedicata alla Madonna, la cui immagine, dipinta da Giovanni Agostino Ratti, campeggia sull’altare. Inusuale è la forma dell’ambiente sacro, tinteggiato in blu – azzurro, simile, con i suoi palchetti superiori, ad un piccolo raccolto teatro, e dunque ideale per un concerto da camera, come quello di mercoledì 25 luglio.

Protagonisti dell’evento musicale saranno il violinista Maurizio Cadossi, primo violino e concertatore del Voxonus Ensemble, e Valentino Ermacora, cembalista e organista dello stesso gruppo. I due artisti sono specializzati nella proposta della musica antica, entrambi insegnano in Conservatorio (rispettivamente ad Alessandria e a La Spezia) e svolgono attività concertistica in tutto il mondo.

Bach, profondo conoscitore della tecnica del violino e del cembalo, riesce a comporre temi sublimi, valorizzando al massimo le capacità espressive del violino, centrando in modo perfetto la tessitura dello strumento e facendolo “suonare” al meglio. Il clavicembalo, nelle sonate proposte, riveste il ruolo di coprotagonista di pari dignità rispetto al violino.

Assistere a questo concerto che, viste le ridotte dimensioni della cappella e per poter accogliere tutti gli spettatori, avrà luogo in due turni, alle 19 e alle 21,15 (è necessario prenotarsi allo 019 824663), si rivelerà un’esperienza unica. Non capita tutti i giorni, infatti, di ascoltare le immortali armonie di Bach in un luogo che, con la sua speciale atmosfera, sembra far rivivere l’epoca del grande compositore tedesco.