Alla Liguria quasi 7mln tra Rei e Fondo povertà

Pierluigi Vinai - Anci Liguria

Sono 581.200 euro le risorse assegnate al Comune di Genova dal Fondo nazionale per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, destinate alla realizzazione di interventi e servizi in favore di persone in condizione di povertà estrema e senza fissa dimora.

Il decreto 18 maggio 2018 “Criteri di riparto del Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale e l’adozione del Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà”, pubblicato il 6 luglio in Gazzetta Ufficiale, provvede a ripartire le risorse assegnate per il triennio 2018-2020 al complesso degli ambiti territoriali di ciascuna regione sulla base degli indicatori di riparto regionali definiti nel Piano a livello nazionale da utilizzare secondo quanto previsto nel Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà, adottato con lo stesso decreto. Alla Liguria sono stati attribuiti complessivamente 6.986.459,33 euro su un totale di 432.659.248,33 euro.

«Un grazie sentito è doveroso esprimere alla vicepresidente Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale per aver saputo intervenire tempestivamente a sostegno e salvaguardia delle Autonomie Locali liguri – afferma il direttore generale ANCI Liguria Pierluigi Vinai – e segnatamente nei riguardi del Comune di Genova, così da assicurare anche quest’anno le risorse necessarie a garantire i beni di prima necessità e il giusto soccorso ai più bisognosi, soprattutto nei periodi di maggiore criticità, di forte caldo d’estate e freddo intenso d’inverno», conclude Vinai.