Gestione del verde pubblico borghettino: le precisazioni del sindaco

Giancarlo Canepa

Il casus belli è stato il sesto punto all’ordine del giorno del Consiglio Comunale svoltosi nel pomeriggio di Mercoledì 20 Giugno 2018, inerente un’interrogazione della minoranza consiliare sul verde pubblico.

In risposta alle numerose domande inserite nell’interrogazione, lette da un esponente della lista “In Cammino”, il consigliere comunale, Capogruppo di maggioranza e delegato al verde pubblico, Alessio D’Ascenzo, affermava a un certo punto, di aver avuto anche un consulto per un caso specifico di un esperto, noto ed apprezzato professionista del settore. Successivamente, con enorme stupore, si apprendeva, tramite un organo di stampa, dell’invio di “una durissima diffida alla maggioranza chiedendo di non essere coinvolto con “false dichiarazioni” e criticando pesantemente quanto fatto finora in materia”, che per altro a tutt’oggi non risulta ancora pervenuta a Palazzo Municipale.

In relazione a tali accadimenti il primo cittadino Borghettino Giancarlo canepa, ha dichiarato: “Innanzi tutto ci tengo a precisare che i rapporti con la Lega Nord non sono assolutamente in discussione. Nessuna contrasto, anzi, ho – quale componente della Giunta Comunale – un assessore esponente di tale formazione politica che sta svolgendo egregiamente il proprio delicato lavoro, nonostante le mille difficoltà di bilancio, gestendo l’importante delega alle politiche sociali. I rapporti con il commissario cittadino Stefano Mai della locale sezione e con il coordinatore provinciale del partito, Roberto Sasso del Verme, sono ottimi”.

“Che il geom. Paolo Erre non avesse attitudine a lavorare in un gruppo lo si era capito da tempo ma prima di noi lo avevano capito già gli elettori un anno fa. Nonostante la sua performance elettorale non fosse stata propriamente eccellente (arrivò penultimo) avevamo pensato che fosse giusto fare in modo che continuasse a far parte del nostro gruppo nominandolo membro del C.d.A. di SAEL”, prosegue Canepa. “Fin dall’inizio, però, ha tenuto un atteggiamento quanto meno discutibile nei confronti dell’amministrazione che è poi sfociato nelle sue ultime pesanti dichiarazioni che coinvolgono non solo il consigliere capogruppo di Borghetto c’è, Alessio D’Ascenzo, ma tutta la maggioranza che compattamente, anche se non sarebbe necessario, rinnova la sua fiducia al delegato al verde pubblico. Naturalmente l’atteggiamento di Paolo Erre, palesato con queste ultime dichiarazioni, non risulta compatibile con la natura fiduciaria dell’incarico che ricopre presso il C.d.A. dell’Azienda Speciale SAEL che gestisce la Farmacia Comunale. Quindi mi aspetto che, con coerenza, rassegni quanto prima le dimissioni da tale incarico fiduciario, che a questo punto mi paiono inevitabili” conclude il sindaco.