Raccolta differenziata, Loano supera la soglia del 65 per cento

Loano. Prosegue il trend di crescita della raccolta differenziata a Loano, che a fine 2017 ha fatto registrare un ragguardevole 65,81 per cento su base annua, dato che lo fa entrare di diritto nella cerchia
dei comuni liguri con la percentuale di raccolta differenziata più alta. Un successo, certificato ufficialmente pochi giorni fa dalla Regione Liguria e confermato anche dai dati ufficiosi dei primi mesi del nuovo anno, che prevedono un ulteriore incremento della raccolta.

“L’avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata, con l’introduzione della raccolta porta a porta per la gran parte delle utenze domestiche e per le attività commerciali della nostra città – spiega il sindaco di Loano Luigi Pignocca – ha comportato una vera e propria rivoluzione culturale che ha cambiato radicalmente l’approccio dei nostri concittadini alla gestione dei rifiuti, che non devono più essere percepiti come materiali di esubero ma come risorse da re-inserire nel circuito produttivo. Come sempre accade quando si mettono in atto cambiamenti così radicali, in alcuni momenti il processo è stato difficile e non privo di intoppi. Nonostante tutto, però, i loanesi hanno dimostrato grande senso civico e responsabilità. È stato prima di tutto grazie al loro impegno se nel giro di un anno la percentuale di raccolta differenziata sul nostro territorio è più che raddoppiata, raggiungendo i risultati ottimali richiesti dalla legge. E un ringraziamento particolare va rivolto all’ex assessore all’ambiente Ino Tassara, che durante il suo mandato ha lavorato senza sosta per la definizione del servizio di raccolta di cui oggi la nostra città sta beneficiando e che ci ha permesso di raggiungere questo importante traguardo”.

“Prima che il nuovo servizio di raccolta differenziata diventasse operativo a pieno regime – aggiunge l’assessore all’ambiente Manuela Zunino – ci sono stati diversi incontri con la cittadinanza, con gli amministratori di condominio e con le categorie economiche per valutare le possibili criticità. Con l’avvio del servizio, poi, si è reso necessario un periodo che potremmo definire ‘di rodaggio’ durante il quale la nostra amministrazione e la ditta Stirano srl hanno avuto modo di analizzare le difficoltà concrete che si sono presentate a seguito di un cambio di sistema così impattante. Nella fase iniziale abbiamo dovuto fare i conti con qualche problematica, ma si è trattato di una serie di assestamenti del tutto fisiologici: introducendo correttivi mirati ed alcuni servizi aggiuntivi e grazie al contributo di Stirano, dei nostri uffici e grazie anche al grande lavoro realizzato dagli operatori e dai nostri concittadini, siamo riusciti a superare questi ostacoli”.

Scendendo nel dettaglio, nel corso del 2017 sono stati differenziati 5.928.320 di chilogrammi di rifiuti. La quantità di rifiuti indifferenziati, invece, si è attesata su 3.079.400 chilogrammi. Per quanto riguarda le singole frazioni, i materiali di carta sono stati differenziati per il 78,88 per cento; il legno per il 94,56 per cento; il metallo per il 55,90 per cento; la plastica per il 54,58 per cento; il vetro per il 91,60 per cento e l’organico per il 79,81 per cento.
Dal conteggio totale resta escluso il materiale entrato nel circolo del compostaggio domestico (pari a 59 mila chili). I primi controlli per l’accertamento della corretta esecuzione della procedura sono stati effettuati nel 2018 e perciò non è stato possibile inserire il dato relativo nelle proiezioni del 2017. Facendo un raffronto con i dati degli anni precedenti, si nota che nel 2013 la quota di differenziata si era attestata al 26,39 per cento; nel 2014 al 28,58 per cento; nel 2015 al 23,70 per cento; nel 2016 al 30,31 per cento.

“Essere passati dal 30,31 per cento del 2016 al 65,81 per cento del 2017 è un dato di enorme importanza, che conferma il buon funzionamento del nostro sistema – concludono Pignocca e Zunino –
Siamo certi che i prossimi rilevamenti, che faranno riferimento al secondo anno di attività a pieno regime, saranno ancora più elevati e confermeranno Loano come uno dei comuni liguri con la percentuale di raccolta differenziata più elevate”.
Nelle scorse settimane e in vista dell’imminente arrivo della stagione estiva, sono stati organizzati incontri di concertazione tra i vari portatori di interesse attivi sul territorio comunale per apportare eventuali migliorie al servizio di raccolta. Inoltre sono state realizzate le attività con le scuole del territorio, con gli incontri in classe curati dagli educatori ambientali della Cooperativa Erica, a cui Stirano ha affidato il servizio di comunicazione. Le attività nelle scuole si sono concluse questa settimana con l’animazione nei diversi plessi e proseguiranno anche nell’anno scolastico 2018-2019. Nell’ultimo fine settimana di maggio ha anche preso il via l’animazione territoriale che continuerà con momenti informativi per tutta l’estate. A conferma dell’impegno portato avanti dall’amministrazione comunale in ambito di politiche ambientali, durante la settimana sono state consegnate alle scuole della città le Bandiere Verdi, il riconoscimento internazionale della Fee (Fondazione per l’Educazione Ambientale) che attesta l’impegno della scuola a ridurre l’impatto ambientale sul territorio. Con sei attestati a sei scuole e quattro Bandiere Verdi che sventolano su altrettanti plessi scolastici, quest’anno Loano è risultata essere la località savonese ad aver ricevuto il maggior numero di riconoscimenti della Fee. La Bandiera Verde è stata assegnata alle Valerga, alle Milanesi, alla scuola per l’infanzia “Simone Stella” e al nido “Stella… Stellina”, gestito dalla Fondazione Leone Grossi, e alla scuola per l’infanzia e scuola primaria dell’istituto Rossello.

In vista della stagione estiva, al fine di agevolare i turisti ed i proprietari di immobili soggetti alla raccolta domiciliare porta a porta non compresi nella zona Centro o della zona di Borgo Castello che possono incontrare difficoltà nell’esposizione dei rifiuti nei giorni e negli orari stabiliti, si ricorda che è prevista la possibilità di conferire i rifiuti nelle isole ecologiche localizzate sul territorio comunale. Ciò sarà possibile richiedendo la chiavetta per l’apertura dei contenitori, previo il versamento al gestore del deposito cauzionale di 10 euro. È possibile ritirare la chiavetta direttamente all’Ecosportello – Uffici della Ditta Stirano in via Verdi 3, durante gli orari di apertura (dal lunedì al venerdì 8.30-12.30 e 15-18; sabato 8.30-12.30). L’Ecosportello è a disposizione per qualsiasi tipo di necessità e di informazione sul servizio. Sempre al fine di migliorare la raccolta, i cassonetti condominiali presenti sulla pubblica via sono stati chiusi a chiave. Questo al fine di migliorare la qualità delle raccolte differenziate e di impedire il conferimento di frazioni estranee da parte di sconosciuti. Chiunque non avesse ancora ritirato la chiave per l’apertura dei cassonetti, può richiederla al proprio amministratore di condominio. Ogni condomino dovrà conferire i rifiuti presso la postazione assegnata.

In via degli Alpini sono sempre operativi il Punto Eco, il centro di raccolta situato presso il quale è possibile portare gratuitamente tipologie di rifiuti non raccolti domiciliarmente ed i rifiuti ingombranti, ed il Centro del Riuso, dove possono essere consegnati e prelevati beni usati ancora utilizzabili e non inseriti nel circuito della raccolta dei rifiuti urbani ed assimilati.