Ritornano i voucher per la digitalizzazione delle imprese liguri: domande dal 4 aprile

Aprile sarà un mese davvero interessante, soprattutto per le imprese liguri che desiderano digitalizzarsi: dal 4 di questo mese, infatti, il MiSE metterà a disposizione la seconda parte dei voucher IT previsti per la digitalizzazione. Sarà possibile fare richiesta per i suddetti fino ad ottobre 2018, salvo “esaurimento scorte”: ciò vuol dire che le aziende che operano in Liguria potranno abbracciare il digitale snellendo i costi, e assicurandosi enormi vantaggi competitivi. Naturalmente ci saranno dei paletti, relativi ai campi nei quali investire i finanziamenti: questi e altri aspetti, comunque, verranno approfonditi proprio in questo articolo.

Voucher per la digitalizzazione: cosa sono e come funzionano?
La seconda tranche di questi voucher IT comprenderà un totale di 180mila euro, con un massimale di 1.500 euro per voucher (massimo 10.000 euro in totale per azienda): questi finanziamenti, concessi a fondo perduto, potranno essere sfruttati per tutta una serie di interventi legati al digitale e alle nuove tecnologie. Come muovere la richiesta per ottenere questi voucher? Bisogna scaricare il modulo di domanda dal sito web della Camera di Commercio, compilarlo e inviarlo online. Inoltre, esistono alcune informazioni extra che è bene conoscere: i voucher possono essere richiesti solo prima dello svolgimento delle relative operazioni di digitalizzazione, il che significa che non sono dei rimborsi. Infine, in caso di approvazione del progetto, l’azienda avrà a propria disposizione un periodo di massimo sei mesi per le spese.

Cosa significa digitalizzare un’impresa e come farlo?
Digitalizzare significa dotare l’impresa di un sistema hardware e software di ultima generazione, in grado di automatizzarne alcuni aspetti, come la gestione del magazzino. Un ruolo fondante lo gioca Internet, perché è grazie a esso che è possibile automatizzare e velocizzare processi come la gestione di un e-commerce.

La connessione dunque deve essere veloce e stabile e garantire efficienza. È chiaro quindi che per digitalizzare un’impresa, il primo step da compiere è dotarsi di una buona connessione internet. Oggi questo non è affatto difficile: player di settore, come anche Vodafone ad esempio, propongono offerte di Internet specifiche per i business, concepite per soddisfare tutte le necessità di un’azienda. Quali altri aspetti sono importanti? La dematerializzazione degli archivi cartacei, grazie a server collegati sulla rete aziendale, e i tool per l’analisi dei trend del mercato.

Quali sono i vantaggi della digitalizzazione?
Le imprese liguri (e non) possono trarre grande giovamento dalla digitalizzazione: innanzitutto possono snellire il carico di spese dovuto alla gestione dei vari meccanismi aziendali, dalla supply chain agli stock in magazzino. Questo vantaggio viene ulteriormente arricchito da una maggiore competitività: a fronte della riduzione dei costi, si ottiene un plus di risorse da investire nella crescita dell’azienda. Il digitale, poi, consente di aumentare il fatturato grazie all’utilizzo dell’e-commerce, e alle strategie di analisi e di promozione online. Fra gli altri aspetti da sottolineare, troviamo la possibilità – sempre tramite commercio elettronico – di inserirsi quasi a costo zero nei mercati esteri: una grande opportunità per internazionalizzarsi.