Andora, completata la pulizia della zona di levante dell’ex Ariston

Andora. Via gli accumuli di materiale edilizio, le vecchie cabine in muratura e le slot machine abbandonate da tempo nella zona di Levante dell’ex complesso Ariston.

La società proprietaria dell’area ha ottemperato alle ordinanze di messa in pristino e in sicurezza emesse dagli Uffici Tecnici comunali eliminando i materiali da anni stoccati senza titolo in una porzione dell’area esterna.

“Ora tutta la zona che, fino a due anni fa, era una baraccopoli abusiva per disperati e venditori abusivi, spesso oggetto di incendi, è completamente pulita e sono stati rimossi, a spese del privato, tutti i materiali abbandonati, anche pericolosi – ha dichiarato il Sindaco di Andora, Mauro Demichelis – Dopo anni di immobilismo, abbiamo ottenuto la pulizia dell’area  semplicemente facendo rispettare le norme di legge e utilizzando tutti gli strumenti a disposizione degli uffici, emettendo, a partire dal 2014 una serie di provvedimenti, fra cui il rigetto di vecchie istanze di condono per abusi non sanabili. Un’eventuale rinascita dell’Ariston, è però in mano ai privati e ci auguriamo che qualcuno voglia investire su questa struttura”.

Il Comune metterà ora dei picchetti e le varie società proprietarie dovranno completare la recinzione dell’area, operazione che prima non era possibile da realizzare proprio per la presenza dei materiali stoccati senza permesso.