Sulle tracce del passato: due curiosità medievali savonesi

Nella foto: piazza e Torre del Brandale a Savona

Due curiosità medievali savonesi: la prima è la fonte della Baiola, più o meno a metà dell’attuale via Luigi Corsi, che si incanalava come un piccolo ruscello verso la Foce. La seconda è una delle mulattiere millenarie per la valle Bormida, oggi via San Lorenzo vecchia, che passa per San Donato fino al monte della Guardia.

Pubblicità

Di questo e altro si parlerà nella conferenza-seminario di Furio Ciciliot – intitolata Savona medievale, toponomastica, parte prima (salone di Storia Patria, venerdì 12 gennaio, ore 17.30) – dedicata agli attuali quartieri di Centro, Villetta, Valloria, Villapiana e Oltreletimbro.

La seconda parte della ricerca inedita sarà incentrata su Lavagnola, con le sue alte valli, e su Legino, con Fornaci e Zinola (23 febbraio).

Pubblicità

Qualche anticipazione in più sui temi dei quali si parlerà venerdì prossimo, si può leggere nello stralcio della conferenza presente nel sito dell’associazione savonese di Storia Patria.