Savona, verso la bonifica dell’ordigno bellico di Villapiana

Si avviano i preparativi in vista della bonifica del presunto ordigno bellico ritrovato nel quartiere di Villapiana, a Savona, prevista per il prossimo 3 agosto.

La Polizia Municipale ha reso nota una piantina dell’area interessata, predisposta a cura dell’ufficio tecnico comunale, nella quale sarà in vigore ai fini di sicurezza, per la giornata della bonifica, il divieto di circolazione veicolare e pedonale.

“Stiamo collaborando con tutte le istituzioni e le autorità preposte per ridurre al minimo i disagi per la cittadinanza. Queste sono le prime comunicazioni al riguardo, al fine di informare con ampio anticipo i residenti e tutte le persone interessate dalla bonifica”, spiegano Paolo Ripamonti, Assessore alla Sicurezza e alla Polizia Municipale e Maurizio Scaramuzza, Assessore alla Protezione Civile del Comune di Savona. “Rispetto alle previsioni precedenti, l’ordigno, a seguito di verifiche e accertamenti, si è rivelato di minore entità rispetto a quanto ipotizzato inizialmente: questo farà sì che l’area interessata, per quanto importante, risulti circoscritta solo ad alcune vie. Nei prossimi giorni, in sinergia con gli altri enti coinvolti, si entrerà maggiormente nel dettaglio e verranno diffuse tutte le informazioni utili in vista del 3 agosto: l’evacuazione riguarderà circa 270 persone, e il lavoro e l’impegno da parte delle istituzioni e delle autorità competenti è massimo al fine di garantire la totale sicurezza”.

“A breve sarà emanata dalla Polizia Municipale una apposita ordinanza contenente anche il divieto di sosta con rimozione forzata”, aggiunge l’Assessore Ripamonti. “Dal momento che molte persone potrebbero trovarsi in ferie in questo periodo, stiamo intensificando le comunicazioni al fine di portare a conoscenza della cittadinanza la necessità di collocazione dei veicoli in area posta fuori da quella di sicurezza”.