Albenga, in arrivo nuove norme sulla sicurezza e il decoro urbano

Albenga. Nel consiglio comunale di mercoledì 19, verranno messe in votazione alcune modifiche al Regolamento di Polizia Urbana vigente, che prevedono una stretta sul tema della sicurezza e del decoro urbano, in ossequio a quanto previsto dalla Legge Minniti. Ecco cosa prevede il regolamento:

In primo luogo sono stati introdotti alcuni divieti su tutto il territorio comunale: in particolare sarò vietato raccogliere questue ed elemosine per qualsiasi motivo causando disturbo ai passanti e/o impiegando minori, anziani, disabili o simulando disabilità, nonché sdraiarsi a terra o bivaccare nelle strade, nelle piazze, sui marciapiedi, nei pressi degli edifici di valore storico e monumentale e sui relativi accessi, ovvero ostruendo le soglie degli ingressi, occupare impropriamente le panchine impedendone ad altri il normale utilizzo.
In tutti gli spazi urbani, ad eccezione dei luoghi di somministrazione o in occasione di manifestazioni, sarà vietata la detenzione di bevande alcoliche in contenitori di vetro, metallo od altro materiale da parte di singoli o gruppi, sia ove la detenzione sia finalizzata sia allo stesso consumo sul posto, sia ove vengano riscontrati episodi di ebbrezza o ubriachezza, così come sarà multato che abbandonerà tali contenitori al di fuori degli appositi cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti.
La violazione di queste disposizioni farà scattare la sanzione pecuniaria prevista dalla legge

Inoltre, in luoghi del territorio comunale specificamente indicati ove insistono scuole, plessi scolastici, musei, aree di interesse archeologico, complessi monumentali e luoghi di cultura o comunque interessati da consistenti flussi turistici, ovvero nelle aree adibite a verde pubblico, chiunque verrà trovato a compiere atti contrari alla pubblica decenza, nell’atto di mendicare e/o di avvicinarsi ai veicoli in circolazione sulle strade pubbliche o ad uso pubblico offrendo merci, servizi o prestazioni, bivaccare e/o campeggiare abusivamente, esercitare il commercio e/o l’attività di parcheggiatore abusivo nelle citate aree, ostruendo l’accessibilità e la fruizione delle predette aree, sarà soggetto non solo a sanzioni pecuniarie, ma soprattutto all’ordine di allontanamento dalla zona, così come previsto dagli articoli 9 e 10 della Legge Minniti.

“La modifica del regolamento non risolverà certo tutti i problemi legati alla sicurezza in città. Tuttavia, con questa modifica – che possiamo compiere grazie alle disposizioni della Legge Minniti – abbiamo dato uno strumento in più a Forze dell’ordine e Polizia Municipale, a cui va dato un forte ringraziamento, per combattere quei comportamenti indecorosi che disturbano la quiete dei città e ne mettono a repentaglio il decoro” affermano il sindaco Cangiano e i consiglieri Manlio Boscaglia ed Emanuela Guerra.