Il ritorno di ‘Vegia Savon-na’ al teatro Don Bosco di Savona

di Laura Sergi – Il grande tuffo nel mondo che non c’è più ritorna, a grande richiesta, al teatro Don Bosco di Savona: a cavallo tra gli appuntamenti della diciassettesima rassegna curata dal direttore artistico don Giovanni Margara, si inserisce domenica 5 marzo (alle ore 16) una replica straordinaria di un evento che tanto ha esaltato il pubblico degli ex Salesiani lo scorso novembre, ‘Vegia Savon-na’, con la compagnia di casa, ‘La Torretta’.

Ci sarà chi ricorderà la vecchia nonna che parlava a proverbi, e ci saranno le tipiche cantilene d’un tempo che si sovrapporranno a canti più moderni, le tante passeggiate al chiaro di luna o nei carruggi, le discussioni all’osteria, le liti per accapparrarsi lo spazzacamino, la furbizia degli osti, le confessioni di un povero ‘bronzin’ (rubinetto) che ricorda i bei giorni passati in cui tutti si inchinavano dinanzi a lui!
Due atti di poesie recitate e sceneggiate, ideati da Lorenzo Morena, anche regista e attore, per uno spettacolo spensierato e nello stesso tempo ricco di significati. E che, perché no, magari ci servirà per capire come la desidereremmo la ‘Savona del futuro’, e se la strada che stiamo percorrendo ci va bene…

A tratti, la nostalgia si impadronirà degli spettatori, magari quando, alla chitarra, Aldo Curti (nella foto) si cimenterà in un ‘Piccun daghe cianin…’ in versione savonese, oppure quando le bambine Chiara Frigerio, Martina Serra e Sofia Vallerga saranno impegnate nei vecchi giochi d’un tempo, senza telefonini e senza computer (e soprattutto, senza profilo Facebook!). In alcuni momenti, sotto i riflettori ci saranno i ballerini della scuola Janua di Genova, Giuse Cavanna e Rino Alfieri, con i costumi caratteristici, e poi tante cartoline proiettate sullo schermo per ricordarci anche di luoghi che non ci sono più, e che gareggeranno con i vecchi trallalero per farci ripiombare nella ‘Savon-na’ d’un tempo. Ma è uno spettacolo per tutti, giovani e meno giovani, che non mancherà di divertire e far trascorrere un lietissimo pomeriggio!

Con i già citati, sul palco anche Mimmo Basuino, Rosalba Bruzzone, Eugenio Calleri, Alessandra Crescini, Roberta Ferraro, Bruno Freccero, Gianna Marrone, Nino Segreto, Giovanni Vadalà e Marco Ventura. Costumi di Graziella Mottola e Paola Rebagliati, canti di Massimo Vaccaro, scene di Giulio Tassara, luci-musiche-video di Andrea Ghersi e Wilma Negro.

Poi, l’11 e il 12 marzo, si rientra nel calendario della stagione artistica 2016-2017, con la Nuova Compagnia Comica di Genova che salirà sul palco per ‘Unn-a giornâ do beliscimô’ (come di consueto, la prima il sabato alle 21, in replica la domenica alle 16).
Info: www.teatrodonbosco.org.