Concessioni balneari, Fipe: “Sì a nuova normativa ma con tutela degli imprenditori”

“Siamo pienamente a favore di una revisione della normativa attesa da anni, che tuteli la clientela degli stabilimenti balneari e che riconosca gli sforzi profusi in questi anni dagli imprenditori del settore”. Marco Buticchi, Presidente di Fipe La Spezia, commenta la presa di posizione di Regione Liguria in merito alla riforma della normativa sul settore balneare messa in atto da parte del Governo, e la richiesta di prorogare di trent’anni le concessioni.

“È emblematico che la Regione Liguria, istituzione capofila sul tema delle concessioni balneari, prenda una posizione marcata in una situazione di incertezza che riguarda 30.000 imprese italiane che danno lavoro a 100.000 addetti. Il rischio che si corre è che qualcuno, magari dotato di capitali di dubbia provenienza, finisca per accaparrarsi l’intero litorale nazionale in spregio alle migliaia di famiglie di concessionari italiani che hanno dato vita al turismo balneare, una risorsa vitale per il nostro Paese”.

“Come Fipe – prosegue Buticchi – concordiamo dunque con il Governo sulla necessità di ristrutturare in modo organico una disciplina complessa e sull’importanza di una riforma a tutela dei clienti. In parallelo riteniamo altrettanto prioritario che la direttiva tenga conto dell’impegno degli imprenditori messo in campo in tutti questi anni, anche a costo di significativi sacrifici economici, per favorire la crescita di un settore che necessita di nuovi investimenti”.