Tre eventi per la stagione autunnale dell’Opera Giocosa

Nella foto (di © Luigi Cerati): Linda Campanella al 'Caro nome' del 'Rigoletto' di quest'estate

di Laura Sergi – Ci si può innamorare due volte della stessa persona? È quanto succederà alla povera ‘Nina, o sia la pazza per amore’, di Giovanni Paisiello, al teatro Chiabrera domenica 16 ottobre alle 15.30, primo titolo d’apertura della stagione autunnale dell’Opera Giocosa di Savona.

offertecooponline

Nina era fidanzata con Lindoro e prossima al matrimonio, prima che il padre cambiasse idea. Ferito in maniera grave dal nuovo ricco pretendente alla mano della ragazza, la giovane impazzisce perché non ne ha più notizia. Ma ecco che si salva, guarisce, e ritorna dall’amata, e il futuro suocero, ora, è ben contento della cosa. Peccato che Nina non riconosca più Lindoro ma costui, sotto le vesti di amico dell’ex fidanzato, le faccia nuovamente vibrare il cuore: sarà la serenità a riportare la giovane alla ragione, e il lieto fine attende gli spettatori.

Una commedia in prosa e in verso per musica tradotta dal francese, libretto di Benoît-Joseph Marsollier des Vivetières, traduzione italiana di Giuseppe Carpani con note di Giovambattista Lorenzi, nella nuova edizione critica di Lucio Tufano che si rifà alla prima versione del compositore, quella in un atto.
Sul palco: la protagonista Giuseppina Piunti, Francisco Brito, Rocco Cavalluzzi, Carolina Lippo, Andrea Vincenzo Bonsignore. Regia e scene di Stefania Panighini (realizzate da Damiano Pastoressa) e costumi di Veronica Pattuelli. Il maestro Alvise Casellati dirigerà l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, mentre il maestro Gianluca Ascheri il Coro lirico Pietro Mascagni di Savona (spettacoli per le scuole mercoledì 12 e venerdì 14 ottobre, alle 10.30).

Il secondo appuntamento della stagione sarà con l’atto unico di Giacomo Puccini: ‘Gianni Schicchi’, su libretto di Giovacchino Forzano, che ricorda un episodio dell’Inferno di Dante, venerdì 18 novembre alle ore 17.
Siamo a Firenze, nel 1299. Un uomo ricco muore lasciando tutto ai frati. Mannaggia! Non si può far niente? Ci pensa Schicchi a sistemare le cose, però, ovviamente, favorisce se stesso e la propria figlia, fidanzata con il nipote del possidente. Nulla possono fare gli altri parenti per impedirlo, perché altrimenti svelerebbero la loro partecipazione alla truffa.
Sul palco, gli studenti dei corsi di II livello del Conservatorio di musica Puccini della Spezia, e la partecipazione straordinaria di Stefano Antonucci quale Schicchi. Il maestro Giovanni Di Stefano dirigerà l’Orchestra del Conservatorio spezzino; regia, scene e luci di Luca Ferraris e costumi di Anita Lamanna (spettacolo per le scuole sempre il 18, ma alle ore 11).

Per l’ultimo appuntamento, ‘Notte per me luminosa’, scene liriche su personaggi dell’Orlando Furioso di Ariosto, occorrerà attendere domenica 11 dicembre alle ore 17 (per celebrare anche a Savona i 500 anni dopo la prima pubblicazione a stampa del ‘Furioso’). La musica è di Marco Betta e il libretto di Dario Oliveri. Sarà la seconda rappresentazione del nuovo allestimento, dopo la prima che si terrà il prossimo 2 dicembre al Teatro comunale Luciano Pavarotti di Modena.

Sono gli ultimi momenti di vita di Ludovico Ariosto, con istanti di lucidità che si alternano a sogni confusi, dove rivivono i protagonisti che animano le pagine della sua opera: realtà e immaginazione sono presto un tutt’uno e l’accompagnano al trapasso.
Sul palco, Tony Contartese, Francesca Tassinari e Francesca Sartorato. Regia di Italo Nunziata e luci di Andrea Ricci. Il maestro Alessandro D’Agostini dirigerà l’Ensemble da camera della Fondazione Teatro comunale di Modena (spettacoli per le scuole lunedì 12 dicembre, alle 10 e alle 12).

Tra gli eventi collaterali, merita citare che il 6 ottobre, alle 20.45, nella sala Stella Maris del Porto, si terrà una conferenza illustrativa sulla prima opera del cartellone, dal titolo: ‘Nina: follia e sensibilité’; relatore: Gustavo Malvezzi.

*(nella © foto di Luigi Cerati: Linda Campanella al ‘Caro nome’ del ‘Rigoletto’ di quest’estate)

Biglietteria aperta al teatro Chiabrera dal 1° ottobre al 5 (per rinnovo e nuovi abbonamenti), dal 6 ottobre per i biglietti singoli, tutti i giorni feriali dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. Info: www.operagiocosa.it, 366 6726682. Ricordiamo il last minute, che si attiva mezz’ora prima dell’inizio di ogni spettacolo, con n° biglietti a disposizione e ubicazione del posto a discrezione del Teatro.

Ultima revisione articolo: