Bonus cultura per i diciottenni: incontro a Savona

Anna Giacobbe (Pd)

Il Parlamento ha deciso di assegnare ai ragazzi e alle ragazze che diventano maggiorenni un contributo di 500 euro da spendere in cultura e informazione (cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti, parchi naturali ed aree archeologiche, teatro e danza). Il contributo è destinato a chi compie 18 anni nel 2016.

RobertoMichels

Occorre seguire una procedura con la quale ci si iscrive  al “Sistema Pubblico di Identità Digitale” (SPID); c’è tempo sino al 31 gennaio per registrarsi e si possono spendere i 500 euro sino al 31 dicembre 2017. È un contributo messo a disposizione direttamente dei ragazzi e delle ragazze, una loro dote: per questo non ci sono distinzioni di reddito.

«È importante – commenta l’on. Anna Giacobbe – che tutti i diciottenni siano in grado di spendere i 500 euro e di spenderli bene, non solo chi ha già in casa tanti libri o dischi, o che al teatro o nei musei ci andrebbe comunque. È utile dare tutte le informazioni necessarie, sia a chi potrà usufruire del “bonus”,  sia a chi vorrà accreditarsi per “vendere” i prodotti culturali che i giovani acquisteranno».

Per questo motivo è stato organizzato un incontro Venerdì 30 settembre alle ore 17 presso la Società Fornaci Giardino Serenella in corso Vittorio Veneto 73r a Savona dove saranno presenti la deputata del territorio Anna Giacobbe e Giovanni Lattanzi, della Presidenza del Consiglio, la persona che ha curato direttamente tutti i passaggi per rendere attuabile la norma sul “bonus ai diciottenni” e che è in grado di aiutare a chiarire ogni dubbio.

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE di OGGI