M5S fa quadrato: “aggressione mediatica inqualificabile”

Il MoVimento 5 Stelle savonese fa quadrato e chiama a raccolta i suoi principali esponenti eletti nelle istituzioni: “L’aggressione mediatica subita in questi giorni dal MoVimento 5 Stelle Savona è inqualificabile, ancor più perché attaccare il MoVimento significa attaccare tanti cittadini savonesi che si sono riuniti per disfarsi di un sistema di potere perverso, anche nella nostra città”, dichiarano in una nota congiunta Sergio Battelli, Matteo Mantero, Simone Valente (parlamentari Camera dei Deputati), Andrea Melis (consigliere Regione Liguria) insieme ai consiglieri del Comune di Savona Milena Debenedetti, Andrea Delfino, Salvatore Diaspro e Manuel Meles.

RobertoMichels

“In questi anni ci siamo adoperati con grande impegno per denunciare un cattivo modo di gestire il bene pubblico e per proporre metodi differenti per governare la città. Un gruppo solido, che lavora insieme da oltre 7 anni, con il contributo di tanti cittadini che mettono a disposizione gratuitamente competenze e idee, togliendo tempo agli affetti e alla famiglia; persone che vanno, vengono, passano e a volte tornano. Un gruppo di persone che nella recente campagna elettorale si è adoperato tutti i giorni, tutto il giorno, senza interessi terzi, senza compenso, per sensibilizzare le coscienze, incontrare cittadini, fare informazione, attaccare manifesti e distribuire volantini, con un attivismo e una fiducia nel prossimo frutto di grande passione e di pochi mezzi, un modo di ‘fare politica’ che i partiti hanno ormai dimenticato”.

“Siamo un movimento di opinione, senza interessi e carriere. Questo sempre più raramente accade nei partiti attuali, sempre più fabbriche di carriere e di spinte lobbistiche, dove nessuno osa più contrariare la linea ufficiale, pena l’esclusione dai giochi. Nel MoVimento 5 Stelle non ci sono segretari di partito o capi bastone con il potere di cacciare persone a seconda della simpatia”.

“È vero, non abbiamo regole e strutture ferree: le buone idee si fanno strada da sole, anche se arrivano da contributi esterni al MoVimento, quelle cattive si fermano lì. Commettiamo degli errori, certo, ma gli errori li fanno solo le persone che si danno da fare. Vogliamo essere diversi ed evitare gli errori dei partiti. Le porte del MoVimento 5 Stelle sono aperte per chiunque voglia rimboccarsi le maniche e collaborare per migliorare la città in cui viviamo. Chi invece, come quei sedicenti attivisti anonimi che si sono presentati al Secolo XIX per spargere fango, pensa di poter sfruttare il MoVimento 5 Stelle per fare carriera politica capirà velocemente di essere capitato nel posto sbagliato. Come è successo a un nostro ex simpatizzante che prima si è candidato in una presunta lista civica ed ora ha trovato casa nella Lega”.

“Gli oltre 7.000 savonesi che hanno scelto di votare MoVimento 5 Stelle, facendoci diventare la prima forza politica in città, lo hanno fatto anche e soprattutto per la coerenza che dimostriamo ogni giorno. Il MoVimento 5 Stelle è questo, non siamo e non saremo mai come un PD qualunque. Chi lo spera se ne faccia una ragione” conclude la nota del M5S.

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO