Children Of The Beach, il primo Spotorno Rock Festival

Sabato 24 Settembre prima edizione per “Children Of The Beach – Spotorno Rock Festival”. Dalle ore 18:30 in Piazza della Vittoria concerti gratuiti con The Winstons, Space Aliens From Outer Space, Le Carogne, Dhvani e Cantiere 164.

L’iniziativa, promossa dal comune di Spotorno in collaborazione con l’Associazione Raindogs House, “nasce dalla voglia di salutare l’estate con un grande festival rock”.
Durante la serata, esposizione di vinile a cura di Savona Vinile e somministrazione bevande e panini a cura della Polisportiva Spotornese.

I The Winstons sono «un power trio di fuoriclasse dedito alla psichedelia e al culto dell’anarchia ancestrale. La band è composta da Linnon (Lino Gitto – Lato B) alla batteria, Rob (Roberto Dell’Era – Afterhours) voce e basso, Enro (Enrico Gabrielli – Calibro 35 e PJ Harvey) ai fiati, tastiere, voci. Questo trio ha trovato la sintonia perfetta in una nuvola fumosa di sonorità psico-jazz-garage, che con sensibilità contemporanea omaggiano il progressive rock inglese. I loro grandi templi non sono lontani dal pianeta Gong: si stagliano nell’orizzonte di una Canterbury distrutta, a destra dalla tomba di Hugh Hopper dei Soft Machine e a sinistra di quella di Kevin Ayers. the-winstonsNell’agosto scorso è uscito il loro ultimo 45 giri su AMS RECORDS con “Golden Brown”, cover degli Strangles, e l’inedito “Black Shopping Bag”».

Gli Space Aliens From Outer Space, pyschedelic space synth da Torino, «atterreranno con il loro disco volante a Spotorno, terra di “Scienza Fantastica”, noto festival Spotornese di fantascienza».
Le Carogne, storica band garage della provincia di Imperia, presenterà il nuovo disco “Triodo”. Saranno presenti anche i Dhvani space-psych-prog trio di musica tradizionale Saturniana. Apriranno le danze i local heroes Cantiere 164 freschissima band di alternative rock targata Savona/Spotorno

Ultima revisione articolo: