Ceriale prepara la nona edizione di “Leggevamo 4 libri al bar”

Il prossimo mercoledì 21 settembre 2016 alle ore 21.00 si terrà al Bar Bacicin di Ceriale in Lungomare Diaz, 53, la nona edizione di “Leggevamo 4 libri al bar” manifestazione ludico/culturale che si svolge ogni anno a livello nazionale in tutti i bar d’Italia che aderiscono all’evento nell’ultima decina di giorni di Settembre.
La serata, libera per chiunque voglia parteciparvi, consiste nel presentarsi al bar con un libro particolarmente amato e leggerne un brano ad alta voce a tutti i presenti.

L’evento ideato e creato a livello nazionale dall’Associazione Nazionale Onlus “L’arte di vivere con lentezza” è organizzato a Ceriale dall’Associazione Culturale cerialese “Il Tempo Ritrovato” nella persona del Presidente, lo scrittore Maurizio Pupi Bracali, e dal bar Bacicin di Ceriale, con il Patrocinio di “L’arte di vivere con lentezza”.

La realtà cerialese di “leggevamo 4 libri al bar” con le sue nove edizioni (cioè tutte quelle da quando è nata la manifestazione a livello nazionale) è la più attiva, duratura e consolidata di tutto il nord Italia, tanto da essere citata da riviste, giornali, e nei siti e nei blog riguardanti lo spirito del “Vivere con lentezza” e per questo motivo questa nona edizione di Ceriale avrà come straordinario ospite d’onore il giornalista e scrittore Bruno Contigiani fondatore di “L’arte di vivere con lentezza” e ideatore di “leggevamo 4 libri al bar” a livello nazionale che ha assicurato agli organizzatori la sua presenza.

La serata sarà condotta come altre volte dall’attore, regista e presentatore Mario Mesiano. “Leggevamo 4 libri al bar”, ricorda lo scrittore Maurizio Pupi Bracali, “nasce come gioco culturale per esprimere il proprio pensiero anche con le parole degli altri, per condividere i propri gusti letterari, per fare sorridere e per fare commuovere, per divertire e fare riflettere, per socializzare e per riscoprire il senso della collettività, per dimostrare il nostro amore per i libri, per unire insieme cultura, divertimento e partecipazione”.

Ultima revisione articolo: