Albenga, Concertando tra i Leoni: ecco gli appuntamenti della dodicesima edizione

Ritornano, ad Albenga, nella suggestiva piazzetta dei Leoni del centro storico l’attesa rassegna musicale di «Concertando tra i Leoni», giunta alla dodicesima edizione. Gli appuntamenti sono dal 18 al 21 agosto, alle ore 21.15. Prevedendo il cartellone quattro serate, variegate nello stile e di differente contenuto, la fantasia del direttore artistico, Giovanni Sardo, ha creato un interessante modulo musicale tra il classico e il popolare.

La scelta nel primo giorno tocca alla fisarmonica digitale di Sergio Scappini, il quale, giovedì 18 agosto, inizierà le serate. Sergio Scappini, titolare della prima cattedra di fisarmonica in Italia, è una autorevole conoscenza dei concerti tra i Leoni; ma soprattutto parla per lui il denso curriculum, che lo porta ad essere una delle maggiori fisarmoniche, sia in Italia che all’estero. Esegue infatti in «prima assoluta» opere per fisarmonica sola e con orchestra, registra per la Rai e Mediaset, in Italia, ma anche per radio e televisioni estere. Vincitore del concorso dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, incide per le maggiori case discografiche. Collabora con la «Roland Europe» alla creazione del «V-accordion», la prima fisarmonica virtuale al mondo, di cui è «testimonial» in Italia e nel mondo. Ai Concerti tra i Leoni eseguirà musiche di Ciaikovski, Morricone e Piazzolla, con l«Hommage a Edith Piaf ed «Echi di Spagna».

La seconda serata di venerdì 19 agosto si svolgerà nel ricordo di Luigi Tenco. Elena Buttiero, pianoforte e direzione musicale, Ferdinando Molteni, chitarra e voce narrativa, presenteranno: «Lontano dal mondo. Storia di Luigi Tenco», un recital musicale, ispirato al libro di Molteni, per gli incunaboli della Giunti. Alla storia di Tenco si alterneranno brani musicali del cantante scomparso, molti dei quali conosciuti ancora oggi.

Sabato 20 agosto, è di turno il Duo Cardinale, violino – Magnasco, pianoforte. Suoneranno pezzi romantici di Dvorak, Cantabile e Le Streghe Op.9 di Paganini, Danse Espagnole di Granados, Suite popolare spagnola di De Falla e Romanza andalusa Op. 22,1 di Rachmaninoff. «Il Duo, formazione stabile, esistente da più di 15 anni – spiegano gli organizzatori – ha al suo attivo oltre 800 concerti tenuti in tutto il mondo. Gli artisti si sono inoltre esibiti, eseguendo musiche composte dal ‘700 al ‘900 sempre con attenzione e competenza e ottenendo riscontri di critica e di pubblico. Soprattutto si distinguono per affiatamento e ricercatezze interpretative».

Proseguono a dare un valore internazionale alla rassegna anche i musicisti della serata di domenica 21 agosto, che conclude «Concertando tra i Leoni». Tiene il concerto il Trio Violino, Flauto e Chitarra, composto rispettivamente da Giovanni Sardo, Anton Serra e Marcello Cappellani. Nel carnet delle esecuzioni si trovano la Sonata n.1 Bwv 525 di Bach, Sonata in Re M op.9 di Kreutzer, Il barbiere di Siviglia e la Gazza ladra di Rossini.

La serata, presentata da Roberta Moschella, sarà dedicata al segretario dell’Ucai, Carlo De Velo, recentemente scomparso. Durante lo spettacolo sarà inoltre inserita la consegna del Premio dei Leoni, assegnato per il 2016 all’operatore culturale albenganese Gerry Delfino, sia per l’impegno profuso negli anni a favore della cultura, sia per le molteplici opere create sempre con lo scopo di favorire la cultura nel territorio.

“Concertando con i Leoni si conferma – a dieci anni dalla sua prima edizione – come uno dei momenti più suggestivi nel calendario degli eventi di agosto”, dichiara il vice sindaco Riccardo Tomatis, che aggiunge: “In un atmosfera raffinata e magica ogni minuto diventa poesia. Le torri , il Battistero, i Leoni sono il palcoscenico naturale di un meraviglioso appuntamento musicale. Grazie a UCAi e all’impegno di Giovanni Sardo, la città di Albenga si arricchisce di una rassegna davvero unica”.