‘Serial Killer per Signora’ con Guidi e Ingrassia: grande teatro a Verezzi

di Laura Sergi – Borgio Verezzi / Savona. Primo appuntamento del mese di agosto, all’interno del 50° Festival teatrale di Borgio Verezzi, sarà: ‘Serial Killer per Signora’, musical di Douglas J.Cohen, da un racconto di William Goldman, traduzione e adattamento di Gianni Fenzi e Gianluca Guidi (traduzione delle liriche Giorgio Calabrese).

In questa prima nazionale, da mercoledì 3 agosto a venerdì 5 in Piazzetta, Guidi salirà anche sul palco nei panni di Cristopher Kit Gill e ne curerà pure la regia. Al suo fianco, nelle vesti di Morris Bromo, Giampiero Ingrassia e, a completare il cast, Teresa Federico e Alice Mistroni (scene e costumi di Annamaria Morelli).

Curioso il particolare che fu proprio con questo titolo che già Verezzi conobbe il talento di Guidi-regista, nella Rassegna del 2001.

Il protagonista è un attore disoccupato, convinto d’aver raggiunto il successo e la notorietà quando i giornali parleranno di lui in prima pagina, anche se sotto una luce fosca: il posto d’onore l’ottiene in qualità di assassino misterioso di donne che gli ricordano la madre, da poco mancata, che è stata a sua volta un’attrice famosa.

Morris è colui che si mette sulle sue tracce, anch’egli ha alle spalle una sbiadita carriera come detective di polizia, e coabita in casa con una madre invadente ed egocentrica.

Quella a cui assisteremo sarà una sorta di gara senza esclusione di colpi, con un solo possibile vincitore, dove troverà pure spazio una donna affascinante, che finirà col creare moltissima confusione nella vita di Morris.

Veretium Paiato 1Ma la pièce viaggerà su due binari. Da un lato sarà un thriller con tutte le carte in regola: assassinio, detective e vittime, nonché per filo conduttore un amore malato; dall’altro sarà un musical, quindi una serata piena di divertimento e di passione (nella foto, i due protagonisti).

A seguire, domenica 7 e lunedì 8, ancora una prima nazionale: ‘L’avaro’ di Molière, adattamento di Ugo Chiti anche regista, con Alessandro Benvenuti nei panni di Arpagone.

Inizio di tutti gli spettacoli alle ore 21.30.

Intanto, sabato scorso, prima dell’avvio della serata con Maximilian Chiti e Benedicta Boccoli (impegnati in ‘Fiore di cactus’), è stato consegnato il 46° Premio Veretium per la prosa a Maria Paiato. Sul palco, con l’attrice, il sindaco Renato Dacquino e Maddalena Pizzonia, consigliere delegato al Teatro (foto di © Nicolò Beardo).