Tirreno Power, Bombardier e Piaggio, verso un unico Tavolo nazionale per affrontare le emergenze

interrogativi 2Savona / Roma. Sarà il prossimo 16 giugno l’incontro con il Governo sulla situazione dell’area savonese, delle sue crisi. Questo è il risultato, afferma l’on Anna Giacobbe (Pd) «dell’iniziativa istituzionale e di quella sindacale, degli amministratori e dei lavoratori, e di noi parlamentari; ora dobbiamo tutti costruire le condizioni per un confronto impegnativo, difficile perché difficili sono i problemi da risolvere, utile. A partire dalle opportunità che abbiamo. E senza lasciare indietro nessuno».

In relazione alla manifestazione dei lavoratori di Tirreno Power e Bombardier che ha l’obiettivo di focalizzare l’attenzione su un’emergenza industriale e lavorativa che ormai riguarda trasversalmente tutte le attività produttive della nostra provincia interviene anche l’on. Franco Vazio: «Si tratta di una emergenza industriale che ha dimensioni importanti, sia sotto il profilo dei numeri dei lavoratori interessati, sia con riguardo all’indotto. Non possiamo peraltro dimenticare che a tali due emergenze si aggiunge anche quella di Piaggio Aerospace, con le criticità a tutti note. Sono emergenze molto diverse tra loro, ma che necessitano di un’attenzione particolare e di un coordinamento a livello nazionale. Il Governo ha più volte manifestato la sua attenzione e la recente visita del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti ne è un chiaro esempio».

Il deputato ingauno quindi aggiunge: «Ho insistito in queste ore affinché venisse costituito un tavolo a livello nazionale che potesse affrontare in modo coordinato ed efficace queste tre emergenze industriali della nostra Provincia. Proprio ora ho avuto conferma da Palazzo Chigi che questo tavolo sarà costituito e convocato entro pochi giorni presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Non possiamo dire di aver risolto i problemi, ma certamente credo che si possa affermare che il Governo presta una grandissima attenzione al tema del lavoro e dell’economia della provincia di Savona e ciò è cosa assolutamente importante e decisiva».