Albenga, consigliere Papalia si dimette; maggioranza sotto assedio, Pd: “abbiamo i numeri per governare senza farci condizionare”

Emanuela Guerra PdAlbenga. Maggioranza sotto assedio in questi giorni e il Pd cerca di fare quadrato. «Come Partito Democratico riteniamo di intervenire a seguito delle ultime vicende accadute, che ci hanno provocato grande fastidio e profonda amarezza. Innanzitutto è notizia di pochi minuti fa che Franco Papalia ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di consigliere comunale. Nessuno gli ha chiesto di fare un passo indietro in questi sei mesi, ma lui stesso si è reso conto della difficoltà che – a causa di scelte e comportamenti altrui – il nostro gruppo di maggioranza sta vivendo. Con grande responsabilità e passione politica ha scelto prima l’interesse del Partito e della Maggioranza rispetto al proprio, sapendo quanta è la sua voglia di tornare a combattere battaglie politiche per il bene della città. Lui sta combattendo una battaglia più grande, per cui oltre a ringraziarlo della sensibilità dimostrata, gli facciamo un grande in bocca al lupo con la promessa di aspettarlo non appena potrà nuovamente partecipare».

«Ciò non toglie – prosegue la nota della segreteria – che la sua scelta è stata determinata da decisioni di altri consiglieri che – dopo aver assicurato che sarebbero stati leali alla compagine in cui sono stati eletti – hanno deciso, per interessi personali ben lontani da quelli della città, di provare a far “ballare” la maggioranza per condizionarne le decisioni.  Con chiarezza diciamo che abbiamo i numeri per governare senza farci condizionare da alcunché, e che è stato davvero vergognoso tentare di sfruttare una vicenda dolorosa come quella di Franco per tentare di fare saltare il banco».

«Così come sono assolutamente vergognosi gli attacchi personali avanzati dalla minoranza nei confronti dell’assessore dimissionario Tullio Ghiglione, a cui va un altrettanto caloroso attestato di stima e ringraziamento per il lavoro svolto. Comprendiamo bene ci sia un disegno per logorare il PD e i suoi assessori come testimoniano le parole di bassa lega di Guarnieri e Ciagherotti ma se c’è una qualità  di questo gruppo è quello di non avere interessi personali e di essere persone trasparenti. Questo – nonostante attacchi che si sono rivelati poi dannosi per chi li ha fatti – i cittadini ce lo riconoscono, e in questo modo andremo avanti per portare a termine i progetti iniziati, dando il benvenuto a Paola De Andreis che ci aiuterà in questo difficile, ma appassionante compito. Suggeriamo a Guarnieri e Ciangherotti di riflettere bene alle cose che dicono sul PD: ormai è consuetudine che ogni volta dicono qualcosa di squallido gli si ritorce immediatamente contro».