Albenga, a Salea la prima edizione della Festa del Volontariato

Volotariato CS StucchiAlbenga. Ben 77 stand delle associazioni di volontariato locali e provinciali saranno presenti in quella che si preannuncia come una grande Kermesse del mondo variegato del Volontariato. Raccoglie il plauso del mondo dell’associazionismo per quella che sarà la prima grande vetrina per le associazioni che con grande generosità e abnegazione, durante tutto l’arco dell’anno si occupano di più deboli.

“Sarà l’occasione per le numerose associazioni del comprensorio e provinciali di fare rete sul territorio. Questa è la prima grande esperienza di cooperazione che consentirà di ampliare la rete di solidarietà non solo tramite la raccolta di fondi, ma anche per avvicinare e reclutare nuovi volontari e farsi conoscere” – afferma Simona Vespo assessore alle Politiche sociali di Albenga che ha creduto e organizzato insieme agli Uffici questo grande evento – ringrazio la cooperativa  Macchiaverde per l’organizzazione e la disponibilità con cui si sono impegnati per questo evento così importante”.

“Siamo vicini al cinquantesimo anniversario della Sagra del Pigato ed abbiamo deciso di aprirci al territorio per aiutare chi aiuta gli altri”, ha detto il presidente di Macchiaverde Claudio Tropeano. Sin dai primi istante in cui ci siamo incontrati con l’assessore Vespo è scoppiato un feeling e una sintonia. Abbiamo organizzato questi tre giorni di Festa del Volontariato con un ricco calendario di eventi e attività per cercare di dare il nostro contributo ad una manifestazione che rappresenti un grande momento di unione, per far conoscere meglio le associazioni di volontariato al territorio. Sono Tantissimi i volontari che dedicano il loro tempo con sacrificio e interesse verso il prossimo e quindi vogliamo entrare ancor più in profondità in questo meraviglioso mondo, per queste motivazioni è nata questa festa.

Dino Arduino Presidente della consulta del volontariato si rivolge ai tanti presenti alla conferenza stampa di presentazione della Festa e il pubblico si commuove nell’ascoltare le sue parole: “sarà una grande festa anche per chi vorrà accogliere nuovi volontari tra le file della schiera del volontariato. La scelta di organizzare una festa, per noi che viviamo il dolore ogni giorno significa poter stare bene insieme e mostrare ai visitatori quello che ogni giorno noi facciamo. Abbiamo bisogno della nostra gente e speriamo che in questi tre giorni ci facciano sentire la loro vicinanza. Vediamoci tutti insieme a Salea”.

Conclude il Sindaco Giorgio Cangiano: “desidero esprimere la mia grande soddisfazione per la realizzazione di questo evento. Ognuno ci ha messo qualcosa e deve essere orgoglioso di averlo fatto. In questo periodo di tante brutture verrebbe voglia di non fare più nulla, non bisogna reagire chiedendosi, ma fare come chi ha scelto di fare volontariato: vivere in modo pieno la propria vita. I volontari riescono a fare cose che spesso non riescono a fare, ed è fondamentale e meritevole l’attività di volontariato che viene svolta. Pensiamo se non ci fossero queste realtà! Pensiamo come sarebbe se non ci fosse la Croce Bianca di Albenga, ad esempio, ma ciò vale per tutte le associazioni che hanno si bisogno di aiuti economici, ma anche di persone e volontari che dedichino il loro tempo. Non dobbiamo mai darle per scontate.”