“Le politiche economiche del Governo Renzi e le iniziative sul nostro territorio”: convegno Pd a Finale Ligure

interrogativiFinale Ligure. Riforme, occupazione e sviluppo per il territorio del ponente savonese. Sono queste le coordinate del convegno organizzato dal “Coordinamento dei Circoli del Partito Democratico del Ponente Savonese” dal titolo “Le politiche economiche del Governo Renzi e le iniziative sul nostro territorio”, che si terrà lunedì 23 maggio alle 18.00, nella Sala Gallesio di Finale Ligure (via Tommaso Pertica 24).

All’evento partecipano il Prof. Filippo Taddei, responsabile nazionale del Dipartimento Economia e Lavoro del Partito Democratico, l’On. Franco Vazio, deputato del Partito Democratico e Vice Presidente della Commissione Giustizia della Camera, Luigi De Vincenzi, consigliere regionale del Partito Democratico, Fulvio Briano, segretario provinciale del Partito Democratico Savona.
Si parlerà delle riforme approvate in questi due anni di Governo e, nello specifico, di giustizia ed economia.

“Non è stata la solo la voglia di cambiare: del resto la relazione al DEF 2016 conferma priorità e ragioni di tale impegno. La giustizia rientra infatti tra le aree di intervento per le riforme strutturali, suscettibile di produrre effetti macroeconomici e, nel lungo periodo, l’effetto stimato sul prodotto è pari allo 0,9 per cento” sottolinea l’on. Vazio.

Il Prof. Taddei affronterà, nella sua relazione, i delicati temi dell’economia e del lavoro nella visione espressa dal Governo Renzi in questi due anni. Un’analisi con uno sguardo al futuro e un’attenzione particolare e in più per il territorio del savonese, toccato da crisi occupazionali e grandi fragilità soprattutto all’interno del proprio tessuto industriale.

Naturalmente, nel corso del convegno, si parlerà della vertenza Piaggio, una delle questioni più delicate a calde che riguardano la provincia di Savona e nello specifico il territorio del Ponente savonese. «Della vicenda il Pd savonese – ma anche quello ligure e nazionale – si è occupato molto in questi ultimi mesi. Gli obiettivi principali sono salvaguardare i posti di lavoro e il ruolo strategico di questo stabilimento. Al centro della vertenza Piaggio c’è l’interminabile prolungarsi dei tempi di assestamento del Piano di ristrutturazione, peggiorato in questi ultimi mesi dal mancato raggiungimento degli obiettivi assunti con i finanziatori e dalla necessità di un nuovo piano industriale, per il quale l’azienda ha chiesto l’intervento diretto del Governo».

L’intento del Pd, «rimarcato anche da un ordine del giorno appena presentato e votato in Consiglio regionale, è quello di lavorare insieme alle istituzioni e a tutti i soggetti che stanno seguendo la vicenda mettendo al centro il ”lavoro” e di trovare una soluzione alla crisi finanziaria che non ricada sulle famiglie dei dipendenti di Piaggio e che non sminuisca le capacità e potenzialità dello stabilimento di Villanova d’Albenga, vera eccellenza a livello nazionale sia nel settore dei velivoli (con tre programmi, tra cui il velivolo a pilotaggio remoto ormai in avanzata fase di sviluppo, il Pattugliatore MPA ed il P180 EVO), sia nel settore motori e manutenzione motori e velivoli. Il messaggio al Governo, che sta seguendo con attenzione la vicenda, è pertanto molto chiaro: il territorio del ponente savonese ha bisogno di crescere e di sviluppare al meglio il proprio tessuto industriale».