Savona, Omaggio ad Aldo Capasso e premio al Generale di Divisione Marcello Bellacicco

Savona xAC - via Sormano

Savona. Sabato scorso (7 maggio 2016) presso il palazzo della Provincia di Savona si è tenuta la cerimo nia per la 19esima edizione del Premio internazionale Aldo Capasso. Nella Sala Mostra «era presente un folto pubblico che ha avuto il piacere di visitare la Collettiva Omaggio ad Aldo Capasso, facendo preziosa cornice alla cerimonia di conferimento del Premio Internazionale, fondato 19 anni fa dalla moglie, che lo promuove notevoli sacrifici e splendidi risultati. Personalità di grande spicco hanno ricevuto già personalmente, nelle edizioni precedenti, il prestigioso riconoscimento. Tra questi il prof. Mario Bottaro, docente di teoria e tecnica del linguaggio giornalistico presso l’Università di Genova, facoltà di Scienze Politiche, il dott. Luciano Garibaldi, già caporedattore del settimanale Gente, il dott. Raffaele Costa, Parlamentare Europeo e già Ministro, il Comandante Niosi della Capitaneria di Porto di Lampedusa, e il Tenente Colonnello Tamarro già Comandante delle Frecce Tricolori».

Ha letto la motivazione il prof. Fulvio Bianchi dirigente del Liceo Scientifico Orazio Grassi. È stato organizzatore del Convegno Nazionale di Studi su Aldo Capasso (Liceo Calasanzio 2012) e curatore degli Atti con il proff. Balbis e Salmoiraghi. Il prof. Luigi Capasso, docente universitario di Antropologia e direttore del Museo di Storia delle Scienze Biomediche, arrivato appositamente da Firenze per la cerimonia, ha conferito il riconoscimento al Generale di Divisione Marcello Bellacicco, «illustrissimo savonese, arrivato da Bolzano e applaudito caldamente dal pubblico, rimasto affascinato dalla sua personalità, dalla sua cortese modestia e dalla sua dialettica. Il vincitore del Premio è stato salutato dal Vice Presidente dell’Ordine dei Giornalisti (Consiglio Regionale Ligure), dott. Dino Frambati, sempre presente ad ogni edizione della manifestazione».

Le poesie di Aldo Capasso, lette da Franca Bruzzone e Alvaro Bazzano, e la magnifica interpretazione di canti di montagna da parte di una corale alpina hanno rallegrato il pubblico. Al termine della cerimonia è stato consegnata una lettera pervenuta dalla Costa Azzurra da parte di Marina Gazzo, giornalista belga.

Marina Gazzo, componente della giuria, ha espresso soddisfazione per la scelta del Generale Bellacicco: ” Sono molto lieta che quest’anno sia Lei a ricevere questo riconoscimento (…) che è stato attribuito da anni ormai, a persone di grande merito. Tanti anni fa lo aveva ricevuto anche mio padre” . La giornalista è figlia del celebre Emanuel Gazzo, fondatore a Bruxelles dell’Agence Europe (Belgio Lussemburgo) e primo editore di Caproni, di cui Aldo Capasso fu lo scopritore e primo prefattore.