Family day, Rosso (FdI): “Anche la Liguria porti il gonfalone alla manifestazione di Roma”

«Chiederemo ufficialmente al presidente Toti che anche la Regione Matteo RossoLiguria, qualora parta una delegazione di rappresentanza, porti il proprio gonfalone alla manifestazione in programma a Roma a difesa della famiglia tradizionale alla luce del discusso ddl Cirinnà che rischia di spianare la strada all’introduzione di preoccupanti pratiche come l’utero in affitto, la madre surrogata e l’adozione da parte di coppie omosessuali». Questo l’annuncio di Matteo Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Liguria, in vista del family day che si terrà nella capitale il prossimo 30 gennaio.

«Già la Regione Lombardia e la Regione Veneto – dice Rosso – porteranno il proprio gonfalone in piazza: penso che anche la Regione Liguria possa seguirne l’esempio mandando così un chiaro segnale di vicinanza alle migliaia di famiglie preoccupate dai possibili sviluppi del ddl proposto dalla sinistra e dalle conseguenze che un’eventuale approvazione potrebbe comportare all’interno della nostra società. Concordiamo con le parole espresse in queste ultime ore anche dal cardinale Bagnasco che ha ribadito il ruolo fondamentale della famiglia all’interno della nostra società e ha definito le finalità del family day come “assolutamente necessarie” così come dovrebbero essere necessarie, da parte del governo, politiche a sostegno della famiglia a cui oggi sono riservate risorse davvero irrisorie».