Ad Alassio convegno Federalberghi Savona: riflessioni sull’imposta di soggiorno e turismo sommerso

Si terrà ad Alassio il convegno voluto da Federalberghi Savona in Andrea Vallecollaborazione con l’URLAT (Unione Regionale Ligure Albergatori e Turismo) i cui temi principali saranno l’imposta di soggiorno e il turismo sommerso. Mercoledì 16 Dicembre dalle ore 14.30 al Grand Hotel Alassio si discuterà delle problematiche che preoccupano da tempo il settore alberghiero, sarà il Sindaco di Alassio Enzo Canepa ad aprire i lavori portando i saluti della città del muretto. Interverranno l’Assessore alle Politiche dell’Occupazione, Trasporti, Turismo e Personale Giovanni Berrino e Angelo Vaccarezza Capogruppo Forza Italia Consiglio Regionale della Liguria.

Relatore dell’incontro Alessandro Nucara, Direttore Generale di Federalberghi, laureato in relazioni industriali alla Luiss, Nucara è in Federalberghi dal 1990, in seno alla quale ha assunto responsabilità crescenti, prima alla guida dei servizi sindacali e dal 2003 come vicedirettore in Hotrec, la Confederazione europea degli imprenditori del settore alberghiero e della ristorazione, è stato a lungo membro dello Steering Committee del dialogo sociale ed attualmente collabora con la Distribution Task Force. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti dal 1991, autore di numerosi volumi e pubblicazioni, è stato docente di Tecniche di relazioni sindacali presso il corso di laurea in Economia e gestione dei servizi turistici dell’Università di Perugia e presso il Master in Hospitality Management del Cst di Assisi nonché docente di Organizzazione e gestione delle risorse umane presso il Master in Economia e Management del Turismo della Facoltà di Economia dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma.

La visita del direttore generale di Federalberghi in provincia di Savona, rappresenta per gli albergatori un’occasione unica per approfondire tematiche così delicate, articolate ed attuali come l’imposta di soggiorno ed il turismo sommerso.
“Due problematiche diverse tra loro ma che hanno, tuttavia, molti fili conduttori in comune; – commenta il Presidente di Federalberghi Savona Andrea Valle – è stata un’estate in buona crescita, quella appena trascorsa, anche per il turismo savonese ma ora non credo sia utile prendere a pretesto questo andamento finalmente positivo dopo anni di crisi nera e recessione per tassare ulteriormente un settore che sta rialzando a fatica la testa. La nostra federazione ha sempre ribadito in ogni sede la propria ferma contrarietà all’imposta di soggiorno, che riduce la competitività del sistema turistico senza apportare concreti benefici inoltre -continua Valle – l’individuazione dell’esercizio ricettivo alberghiero, come punto di prelievo, è profondamente iniqua, sia perché non risponde alle esigenze di far pagare ai non residenti il prezzo dei servizi utilizzati (ad esempio, restano esenti tutti coloro che non pernottano all’interno del territorio comunale, così come gli escursionisti e i pendolari), sia perché fa gravare l’onere dell’imposta e dell’imposizione su una sola delle molte attività che traggono beneficio, direttamente o indirettamente, dall’economia turistica. Non parliamo poi del fatto che oltreconfine, l’Imposta sul Valore Aggiunto per gli alberghi è nettamente inferiore che da noi e ciò genera ulteriore differenziale competitivo per le nostre aziende”.

Durante la riunione sarà consegnata ai partecipanti la sesta edizione della pubblicazione “L’imposta di soggiorno – Osservatorio sulla fiscalità locale” curata dall’Istituto Internazionale di Studi, Formazione e Promozione Turistico Alberghiera “Giovanni Colombo” e Studio Becheri su incarico di Federalberghi.