Cal boccia il piano casa e Vaccarezza grida al golpe: “Da ieri, il CAL è diventato lo strumento del PD”

«Ventisette presenti: Dieci voti favorevoli. Quattro astensioni. Angelo Vaccarezza 2014 01Tredici voti contrari; la dimostrazione che la scelta non è stata fatta a maggioranza assoluta ma relativa: relativamente alla tessera del partito democratico». È quanto sostiene il presidente del Gruppo Forza Italia in Regione Liguria, Angelo Vaccarezza, secondo il quale la bocciatura del DL 26 di modifica della legge 49/2009 sul piano casa da parte del Cal, il Consiglio delle autonomie locali, è stata « una delle peggiori farse architettate dal PD, un pessimo esempio di gestione della vita delle istituzioni e dei comuni della nostra regione».

promozione tennis sport
Clicca l'offerta

Promozione. 20% di sconto sui prodotti Asics. Valido solo per gli aritcoli inclusi nella categoria speciale. Non cumulabile con altri sconti. Utilizza online questo codice sconto: 20ASICS

Il Cal, dice Vaccarezza, «È lo stesso organismo con cui la Regione nella persona dell’Assessore Marco Scajola ha interagito in maniera aperta e costruttiva per produrre un parere favorevole, naturalmente condizionato dalle legittime richieste dei territori. Richieste che Regione Liguria approverà e inserirà nel nuovo disegno di legge al momento opportuno», mentre – stigmatizza il capogruppo di FI – quella di ieri è stata «una vera e propria manovra politica, un ribaltamento del voto costruito su espedienti quali ad esempio il caso di sindaci membri della commissione urbanistica che dopo aver espresso voto favorevole in prima battuta, hanno dovuto soccombere al “richiamo di botteghe oscure” e, tenuti per il collo dall’iscrizione al partito, hanno cambiato la loro preferenza. Da ieri, il CAL è diventato lo strumento del Partito Democratico: infatti, avendo al suo interno un maggior numero di amministratori è giocoforza più influente di altri. La pantomima di ieri, ha infranto un livello importante di confronto con il territorio; rompendo gli equilibri di uno strumento unico».

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

«Il tentativo di golpe di ieri pomeriggio ha fatto “molto rumore per nulla” – conclude Vaccarezza -, il nostro obiettivo è l’approvazione del disegno di legge che andrà in consiglio il prossimo 15 dicembre e utilizzeremo ogni strumento a nostra disposizione per raggiungerlo».

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: