“Cuccioli – per i bastardi di Pizzofalcone”: il nuovo romanzo di Maurizio De Giovanni in anteprima nazionale ad Albenga

Mercoledì 25 novembre per la Rassegna Letteraria DeGiovanniCuccioli“AlbengaVoltaPagina”, promossa dall’Associazione Culturale Librarsi con il patrocinio del Comune di Albenga, si terrà la presentazione del nuovo romanzo di Maurizio De Giovanni, “I Bastardi di Pizzofalcone” (Einaudi, 2015). L’appuntamento con lo scrittore è all’Auditorium San Carlo: inizio ore 21,00 (ingresso libero), presenta Cristina Rava.

Clicca l'offerta!

Per tutti gli ordini superiori a 60€, ricevi una pochette rosa in similpelle in omaggio - SOLO ONLINE (offerta valida fino al 14/11/2019)

Maurizio de Giovanni nasce nel 1958 a Napoli, dove vive e lavora. Nel 2005 vince un concorso per giallisti esordienti con un racconto incentrato sulla figura del commissario Ricciardi, attivo nella fascinosa Napoli degli anni Trenta. Il personaggio di Ricciardi, che incontra da subito un grande successo di pubblico, gli ispira la figura dell’ispettore Lojacono che dà il via ad un secondo filone ambientato nella Napoli di oggi:  “I Bastardi di Pizzofalcone” (Einaudi, 2015).

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

Ed è da questa fortunatissima seconda serie che il 24 novembre esce in tutta Italia il nuovo romanzo “Cuccioli per i Bastardi di Pizzofalcone”. Si può quindi parlare di una sorta di anteprima nazionale la presentazione che proprio il giorno dopo, il 25, Maurizio De Giovanni terrà al San Carlo di Albenga.
Tutti i suoi libri sono tradotti o in corso di traduzione in Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Russia, Danimarca e Stati Uniti. De Giovanni è anche autore di racconti a tema calcistico sulla squadra della sua città, della quale è visceralmente tifoso, e di opere teatrali.

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: